Home Rimedi Naturali Giradito: come curarlo con metodi naturali

Giradito: come curarlo con metodi naturali

7245
1
CONDIVIDI
giradito

Il giradito, o anche patereccio, è un’infezione che colpisce soprattutto le dita della mano. Quasi sempre di origine batterica, è una condizione molto dolorosa che chi soffre di onicofagia (il desiderio di mangiarsi le unghie o le pellicine delle dita) conosce molto bene.

Si presenta con gonfiore, dolore nella parte, rossore e formazione di pus. Può essere causata anche dalla presenza di schegge o corpi estranei nelle dita e dall’utilizzo di strumenti per manicure non precedentemente sterilizzati.

Nei casi peggiori, meglio rivolgersi a un medico. Se il giradito è però nella fase iniziale, esistono dei rimedi naturali che possono aiutarvi a combattere l’infezione e prevenire la formazione di pus. Non sottovalutate questa problematica e, se vedete che l’infezione si estende, consultate subito il parere di un esperto.

Vediamo i rimedi naturali che possono aiutarci a combattere il giradito.

giradito

Acqua e sale

I rimedi naturali, come abbiamo spiegato più su, funzionano soprattutto quando l’infezione è nella fase iniziale. In questo caso, potete creare una soluzione di acqua tiepida e sale, dove immergere la parte dolorante per circa 10 minuti, più volte al giorno. Il sale, che funge da antisettico e antinfiammatorio, dovrebbe aiutarvi a lenire il gonfiore e l’arrossamento; il calore, invece, favorisce la fuoriuscita di pus.

Olio di tea tree

Grazie alle sue proprietà antibatteriche e antimicotiche, l’olio essenziale di tea tree può aiutarvi a trattare il giradito. Diluite qualche goccia in un olio vettore, come quello di mandorle dolci o d’oliva; passate la soluzione sulla parte e avvolgete con una garza. Applicate la vostra medicazione un paio di volte al giorno, ricordando anche di lasciare la parte libera di respirare.

Malva

La malva, una delle piante spontanee più comuni, è un rimedio naturale utile nel trattamento di diverse problematiche. Ha delle proprietà lenitive che possono aiutarci ad alleviare i fastidi dell’infezione, creando una barriera naturale al proliferare dei batteri. Create un infuso, lasciare intiepidire e immergetevi le dita per circa 15 minuti. Avrete sollievo immediato da gonfiore e dolore.


Arnica

Conosciuta soprattutto come antidolorifico e nel trattamento delle affezioni respiratorie, l‘arnica è utile per le sue proprietà antinfiammatorie. La trovate sotto forma di pomate, che potete adoperare sulla parte interessata da giradito, sia per lenire il dolore, che per combattere i batteri.

Calendula

Dalle spiccate proprietà antisettiche, la calendula può essere utilizzata sotto forma di infuso, immergendovi dentro le dita come abbiamo visto nei rimedi precedenti. In alternativa, potete utilizzarla anche sotto forma di pomata. Adoperarla vi aiuterà ad alleviare il dolore e il gonfiore e a scongiurare l’infezione.

Ovviamente, oltre a questi rimedi naturali, il primo e il più importante accorgimento che potrete utilizzare è quello di evitare di “mangiarvi” unghie e pellicine, che oltre a essere la principale causa di infezioni, potrebbe facilitare la proliferazione dei batteri.

(Foto in evidenza: hypescience.com; foto interna: eletunk.com)

1 COMMENTO

  1. Vi do un altro consiglio per combattere l’infezione e credetemi questo l’ho provato io stessa perchè sin da piccola mi mangio le unghie e infezioni alle dita le ho sempre avute. Si imbeve la mollica di un panino un pò vecchio in latte tiepido e metterlo sulla parte infiammata´, fasciare il dito e lasciarlo così tutta la notte. Il giorno dopo la pelle dove c’è il pus è così liscia e morbida che basta schiacciare un attimino e il pus esce subito. Disinfettare e magari mettere un cerotto ancora per un giorno poi lasciare libero il dito. Un saluto da S. Cristina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.