fiori di bach

Fiori di Bach: a cosa servono e come curarsi

Fiori di Bach: “Guarisci te stesso”  è il nucleo concettuale della filosofia di Edward Bach.

I fiori di Bach sono stati sviluppati dal Dr. Edward Bach (1886 – 1936), medico, batteriologo, omeopata e ricercatore. Il dottor Bach riteneva che l’atteggiamento mentale gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e il recupero dalla malattia e su questa convinzione ha poggiato tutta la sua attività medica e le sue ricerche. La floriterapia di Bach non cura la malattia, ma gli stati d’animo e le reazioni agli eventi delle persone. Il sistema Bach può essere definito una guarigione attraverso la riarmonizzazione della coscienza, ripristinando dei circuiti della nostra personalità un contatto armonico con la nostra reale fonte di energia.

Leggi anche—->Fiiori di Bach per ansia

Bach prima di mettere a punto il suo sistema, fu un famoso medico batteriologo e omeopata, ma decise di abbandonare la sua redditizia attività per sviluppare un metodo di guarigione più semplice e naturale che favorisse la guarigione di mente e corpo. Inizia a fare ricerche erboristiche che lo allontanano definitivamente dalla medicina tradizionale, e nell’ultima fase della sua vita si dedica interamente alla ricerca dei famosi 38 fiori e alla scrittura di un metodo semplice per imparare ad utilizzarli.

Secondo Bach la malattia “è la naturale conseguenza di disarmonia fra il nostro corpo e la nostra anima”. Ancora: “La malattia è solamente e puramente correttiva: non è né vendicativa né crudele, ma è lo strumento adottato dalla nostra anima per indicarci i nostri difetti: per prevenirci dal commettere errori più grandi, per impedirci dal fare ancora male e per riportarci su quel sentiero di verità e luce da cui non dovremmo mai aver deviato.” Il senso dell’infermità consiste quindi nella “lezione occorsa al paziente”.

Leggi anche —> Fiori di Bach per dimagrire

Il Dott.Bach studiò quindi 38 rimedi floreali, ciascuno capace di curare una particolare disarmonia emotivo-animica. Il fiore è la parte più vitale di una pianta, quella che esprime al massimo grado il suo impulso allo sviluppo. Per tale ragione è anche capace di restituire alla persona che soffre quella spinta vitale che gli manca per guarire.

Fiori di Bach ansia

I fiori di Bach e i loro effetti positivi

I fiori di Bach non curano le malattie, ma sono finalizzati a sbloccare la forza reattiva dell’individuo per innescare un cambiamento positivo. Ciascuna essenza agisce per riequilibrare gli atteggiamenti emozionali negativi che contribuiscono alla comparsa di diversi disturbi. Per agire su questi atteggiamenti negativi, è necessario prendere maggiore consapevolezza di se stessi, chi siamo nel profondo e le nostre potenzialità, soprattutto nella fase della scelta del rimedio più adatto a noi. Ad esempio, l’olivo cura lo sfinimento fisico e psichico, permettendo alla persona di ritrovare forza mentale e vitalità. Oppure il pino guarisce dal senso di colpa e di inadeguatezza, aiutando perdonare se stessi.

La scelta dei fiori viene fatta soprattutto sulla base delle emozioni negative, le fantasie, le modalità di rapporto con gli altri, le paure, l’affettività, dove i sintomi fisici potranno fornire delle indicazioni che non saranno mai determinanti ai fini della scelta dei rimedi.

Il Dott. Bach ha diviso i 38 Fiori in 7 categorie all’interno delle quali si possono trovare diversi tipi di emozioni

  1. Paura
  2. Incertezza
  3. Insufficiente interesse per le circostanza presenti
  4. Ipersensibilità alle influenze ed alle idee
  5. Preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri
  6. Scoraggiamento e disperazione
  7. Solitudine

Per conoscere i 38 fiori di Bach ——->I 38 rimedi floreali di Bach

Quando assumiamo i fiori di Bach dobbiamo farci consigliare da una persona esperta della terapia,e ricordarci che:

1)Il numero massimo dei fiori da inserire nel mix è di massimo 7 fiori, e il Rescue Remedy è una preparazione di 5 fiori già in commercio e va usato nei momenti di emergenza, ad esempio un lutto, un attacco di panico o ansia.

2)Il consumo corretto è di 4 gocce per 4 volte al giorno, vi viene fornito il contagocce per facilitare l’operazione, non importa in quale momento della giornata, basta che le 4 volte vengano correttamente distanziate fra loro. Non importa assumerli sottolingua, come preferite va bene.

3)Il contagocce con i fiori contiene una piccola quantità di brandy per la corretta conservazione del preparato, se non lo dovesse contenere, come nel preparato per bambini, conservatelo in frigo.

4)I fiori di Bach possono essere assunti tranquillamente senza effetti collaterali e senza iterazione con qualsiasi tipo di farmaco.

5)Posso essere utilizzati da bambini, anziani, donne in gravidanza senza nessun effetto collaterale, ma anche da utilizzare negli animali, con importanti effetti benefici.

Come agiscono i fiori di Bach

I fiori di Bach aiutano a indirizzare lo stato mentale ed emozionale di un individuo, contribuendo a eliminare le emozioni negative e gli atteggiamenti che non solo ostacolano la capacità del corpo di guarire, ma creano dei blocchi verso la pace interiore e la felicità. Sono particolarmente utili nel trattare lo stress, la paura e l’ansia, la depressione, la rabbia e il risentimento, la preoccupazione eccessiva, la bassa autostima, il senso di colpa e di solitudine. Una volta ripristinato l’equilibrio emotivo, anche il corpo guarisce dalla malattia.

Leggi anche—->Fiori di Bach per rendere più facile il rientro a scuola e al lavoro

I fiori di Bach sono sicuri e non creano dipendenza

Le essenze floreali sono completamente sicure, non sono tossiche, non creano dipendenza, e possono essere utilizzate insieme a qualsiasi altro trattamento medico convenzionale o olistico. I fiori di Bach sono particolarmente indicati per i bambini, perché non danno effetti collaterali, non creano dipendenza, non si rischia l’iperdosaggio. Senza contare che i bambini sono particolarmente recettivi alla terapia con i fiori, perché non hanno preconcetti.

Come scegliere un rimedio di Bach?

Seleziona un rimedio floreale in base al problema emotivo o ai problemi alla radice del tuo problema. Potresti scegliere un rimedio o mescolarne diversi insieme. Puoi acquistarli in un negozio di alimenti naturali o farteli prescrivere da uno specialista o qualcuno preparato a usarli. Inoltre, alcuni naturopati, omeopati, erboristi, chiropratici e agopuntori li utilizzando di sovente e li preparano per i pazienti.

curarsi con i fiori di bach, Edward Bach, fiori di bach, fiori di bach ansia, floriterapia, medicina alternativa, medicina naturale, omeopatia, rimedi di bach, rimedi naturali, terapia naturale


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter