Home Fai da Te Energy drink fai da te: come realizzare bevande naturali per reintegrare i...

Energy drink fai da te: come realizzare bevande naturali per reintegrare i sali minerali dopo lo sport

8204
0
CONDIVIDI

Un energy drink fresco, fatto in casa e con ingredienti naturali: chi direbbe di no! Col caldo che fa, poi, abbiamo il costante bisogno di bere, per reidratarci e reintegrare le sostanze che perdiamo con la sudorazione. L’acqua è sempre il rimedio naturale migliore in questi casi. Ma a volte potrebbe non bastare: abbiamo, infatti, bisogno di reintegrare anche elettroliti e Sali minerali importanti, in particolar modo, quando ci alleniamo o lavoriamo sotto al sole.

In condizioni normali, dopo un allenamento non particolarmente intenso, gli esperti consigliano di consumare acqua o bevande con meno del 10% di zucchero e Sali minerali. Dopo un prolungato sforzo muscolare, o quando la sudorazione è molto elevata a causa dell’afa e delle alte temperature, è meglio bere piccole quantità di liquidi (circa 200ml) ogni 15-20 minuti, anche durante l’attività fisica. In questo caso è meglio assumere un energy drink (o meglio, un integratore idro-salino), che contenga anche alcune sostanze necessarie al nostro organismo.

Le bevande energetiche comunemente in commercio contengono spesso aromi artificiali e una quantità di zucchero molto elevata (e alcune di esse possono far male alla salute, come abbiamo visto qualche tempo fa). Molto meglio, invece, preparare un energy drink naturale con i prodotti che ci offre la natura e che possiamo trovare nei nostri orti o nelle nostre case. Ecco 3 ricette semplici e fresche.

Bevanda agli agrumi

Gli agrumi sono una vera e propria medicina naturale: un concentrato di vitamine e minerali indispensabili. La preparazione di questa bevanda è molto semplice e gli ingredienti sono facili da trovare. Avremo bisogno di:

  • 60 ml di succo di limone
  • 60 ml di succo di lime
  • Sale: 1 cucchiaio da tè
  • Succo di un’arancia intera
  • 1 lt d’acqua o di acqua di cocco




Mescolate insieme gli ingredienti, metteteli in frigo fino a raggiungere la temperatura desiderata e consumate quando se ne sente il bisogno! L’acqua dovrebbe essere l’ingrediente base di tutti i nostri energy drink (anche perché è molto economica) ma in alternativa, possiamo usare l’acqua di cocco, i cui benefici abbiamo visto qualche tempo fa.

Ovviamente, si possono sostituire gli agrumi indicati nella ricetta con quelli che più preferiamo: pompelmi, mandarini e quant’altro. Un’alternativa è quella di bere il succo di arancia o limone, sempre diluito in 1 lt d’acqua, con dello zucchero o dolcificante naturale e un pizzico di sale.

Questo tipo di bevanda è consigliabile dopo l’attività fisica.

Cocco e spirulina

Con l’acqua di cocco si può preparare un altro energy drink molto semplice. Abbiamo parlato qualche volta dell’alga spirulina: questo “super-alimento” è un vero e proprio integratore alimentare naturale, ricco di vitamina B1 e B12, oltre che di potassio, magnesio e aminoacidi essenziali. Sembra inoltre che aiuti a migliorare le nostre difese immunitarie e a disintossicarci.

Per preparare la nostra bevanda, che può essere assunta prima e/o durante l’attività sportiva, occorrono 500 ml di acqua di cocco e mezzo cucchiaino di spirulina in polvere. Il procedimento è molto semplice: basta sciogliere l’alga polverizzata in un contenitore pieno di acqua di cocco. Agitare e consumare!

Succo di pomodoro

Le proprietà del pomodoro le conosciamo bene: ricco di vitamina C e fibre, funziona come antiossidante e antinfiammatorio naturale. Il suo succo aiuta inoltre a lenire i sintomi della menopausa.

Negli ultimi tempi, la ricerca scientifica ha posto il succo di pomodoro tra gli energy drink naturali più adatti: dopo l’attività fisica, infatti, aiuterebbe a recuperare energia, ridando tono ai muscoli e aiutando a regolarizzare i valori del sangue.

Anche in questo caso, la ricetta è molto semplice e gli ingredienti facili da procurare:

  • 1 kg di pomodori maturi e succosi
  • 1 limone
  • Sale q.b.

Dopo aver lavato e asciugato i pomodori, bisogna tagliarli a pezzetti e privarli di eventuali ramoscelli. Il passo successivo è utilizzare un frullatore per creare un succo omogeneo. Aggiungere il succo di un limone premuto, sale (in base ai proprio gusti) e conservare in frigo. È bene ricordare che dopo 2-3 giorni di conservazione, il succo potrebbe andare a male: sempre meglio assaggiare un pochino prima di portarselo dietro in palestra!

Il succo di pomodoro può essere consumato come bevanda sfiziosa e fresca con gli amici, aggiungendo pepe, sedano e ghiaccio.

(Foto: http://herbeauty.co/)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.