Home Rimedi Naturali Epicondilite: esercizi e rimedi naturali per superare il dolore

Epicondilite: esercizi e rimedi naturali per superare il dolore

4811
0
CONDIVIDI
Epicondilite: come curarla

Epicondilite o gomito del tennista: una dolorosa infiammazione dei tendini che può bloccare anche i movimenti dell’avambraccio. Vediamo come liberarcene con i rimedi naturali.

L’ epicondilite – anche conosciuta come ‘gomito del tennista’ – è un’infiammazione dei tendini dell’avambraccio, in particolare del cosiddetto epicondilo (da cui il nome), che si trova vicino all’omero, nel gomito. Questo disturbo è dovuto alla ripetizione eccessiva o troppo intensa di alcuni movimenti del polso e delle dita, in particolare dei movimenti di estensione. Ecco perché è particolarmente diffuso tra i tennisti e i golfisti, ma anche tra i pianisti, coloro che lavorano molto al pc e le casalinghe.

L’ epicondilite si manifesta con dolori al gomito (sia spontanei che successivi alla pressione dell’epicondilo) e a volte a tutto l’avambraccio.

Vediamo alcuni esercizi e altri rimedi completamente naturali per ridurre i sintomi ed eliminare del tutto l’infiammazione.

Riposo

Quando il dolore al gomito è molto leggero, siamo portati a pensare ‘Beh, passerà da solo!’. Non è il caso dell’ epicondilite: se non riposiamo, questo disturbo potrebbe diventare cronico e il dolore potrebbe divenire invalidante. Ecco perché dovremmo cercare di riposare il più possibile, evitando soprattutto di sollevare grossi pesi.

Chi fa un lavoro d’ufficio al pc, dovrebbe fare delle pause di 5 minuti ogni 25 minuti, durante le quali effettuare alcuni esercizi di stretching. Per evitare di sottoporre l’area colpita da epicondilite a stress o sforzi eccessivi, possiamo comprimerla utilizzando una benda o una guaina elastica.

Esercizio

Sono tanti gli esercizi di ginnastica dolce che possono aiutarci a combattere questa infiammazione e sono tutti molto semplici. Si tratta di piccole attività di stretching, che impegnano solo minimamente la muscolatura, per evitare di sforzare eccessivamente l’area.

Esercizio 1. Appoggiate i palmi di entrambe le mani aperte su un piano stabile, per esempio il tavolo della cucina. Restate in piedi, in posizione eretta e con il gomito esteso, fermi per 15 secondi.




Esercizio 2.Sempre in posizione eretta, stavolta senza l’ausilio di piani, stendete le braccia orizzontalmente davanti a voi. Piegate il polso avanti e indietro, ripetendo l’esercizio per 10 volte. Dopo una piccola pausa, ripetete per altre 10 volte e così via. È consigliabile ripetere questa attività per tre serie consecutive.

Esercizio 3. Procuratevi una pallina antistress, di quelle che si trovano nei negozi di attrezzature sportive. Poggiate l’avambraccio su un piano e tenete la palla stretta in mano per almeno 5 secondi. Ripetete l’esercizio per 3 serie da 10 prese ciascuna.

Esercizio 4. Sedetevi per terra appoggiando la schiena alla parte anteriore del divano. Ora portate le braccia sul sedile del divano, fino a toccare la superficie. Ruotate gli avambracci e cercate di toccare il sedile del divano con il dorso delle vostre mani. Tendete poi le dita della mano verso l’alto e restate fermi in questa posizione per uno o due minuti.

Crioterapia

Uno dei primi rimedi naturali per alleviare il dolore dell’infiammazione è ricorrere alla classica borsa del ghiaccio piena di cubetti. Applicatela sull’area dolorante tre volte al giorno per circa 15 minuti. Non prolungate questo arco temporale: potrebbe provocarvi qualche piccola ustione da freddo.

Omega 3

Ovviamente, anche l’alimentazione può darci una mano nel combattere l’epicondilite. In particolare, gli Omega3 hanno un ruolo fondamentale nel contrastare l’infiammazione cronica. Largo spazio quindi a olive, olii d’oliva biologici, verdure a foglia verde, specialmente la portulaca, germogli di soia (non OGM ovviamente!), semi di lino, noci, legumi e alghe.

Sedano

Il liquido estratto dai semi del sedano è un altro potente alleato nel contenimento del dolore. Conosciuto da tempo come un eccellente rimedio contro i reumatismi, l’estratto dai semi di sedano può essere assunto prima dei pasti. Mescolate tra le 5 e le 10 gocce di liquido in acqua calda e consumate.

Omeopatia

Infine, tra i rimedi omeopatici più efficaci nel trattamento dell’epicondilite troviamo:

  • Gel o pomata di arnica
  • Granuli di kaliumbi cromicum
  • Kalmialatifolia

FOTO

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.