Home Cucina e ricette Energia: come ripristinarla con queste 3 tisane

Energia: come ripristinarla con queste 3 tisane

1738
0

Una cattiva qualità del sonno, difese immunitarie basse o carenze alimentari possono portare a sentirci sempre stanchi.

Oltre a cercare di risolvere il problema alla base, possiamo aiutarci con delle tisane energizzanti, utili ad affrontare quelle giornate in cui ci sentiamo particolarmente stanchi e incapaci di fare qualsiasi cosa.

Ecco tre soluzioni.

Ginseng, guaranà e limone

Il ginseng è una delle piante energizzanti maggiormente raccomandate e conosciute. Le sue proprietà sono molto note: rafforza il sistema immunitario, migliora le capacità fisiche e mentali e ed è un ottimo antiossidante. Funge da stimolante, agendo su tutti i sistemi del nostro corpo, migliorando i riflessi, la risposta nervosa, riducendo l’affaticamento mentale e potenziando la resistenza fisica e la memoria.

Nella nostra ricetta, la troviamo aggiunta al guaranà e al limone. Ecco allora come preparare la prima tisana energizzante di oggi.

In un pentolino, portate l’acqua a ebollizione. Spegnete e mettete in infusione per 10 minuti ginseng e guaranà, assieme alla scorza di un limone. Trascorso questo tempo, a piacere, dolcificate la vostra tisana che potrete bere sia calda che fredda. Questa bevanda, infatti, è indicata per tutte le stagioni.

tisane energizzanti

Tè verde e menta

Abbiamo già abbondantemente parlato delle proprietà sia del tè verde che della menta piperita.

Loading...

Oltre a essere ricco di vitamine, il tè verde svolge anche un’azione stimolante e tonificante che contribuisce a diminuire il senso di stanchezza. Non dimentichiamo poi che stimola il sistema immunitario e ha una potente azione antiossidante. La menta piperita, invece, è un tonico che funziona sulla mente: stimola infatti la concentrazione, aumenta la memoria, ma è utile anche nei casi di rinite allergica. In più, favorendo la digestione, aiuta a contrastare i cali tipici dei dopo pasti.

Per preparare la tisana serviranno circa 60 grammi di foglie di tè verde e 40 di menta piperita. Seguite il normale procedimento di preparazione delle tisane.

Liquirizia e ginseng

Del ginseng abbiamo già parlato prima. Quello che non abbiamo detto, tuttavia, è che è una pianta adattogena, cioè una pianta che, a seconda delle necessità del nostro organismo, di ciò che deve affrontare, modula il dispendio energetico. Qui, si trova unita alla radice di liquirizia.


La radice di liquirizia, così come la mente piperita, favorisce la digestione e aiuta una migliore prontezza di riflessi dopo i pasti. Oltre a questo, la liquirizia è una pianta che apporta numerosi benefici all’apparato respiratorio e alza la pressione.

In questo caso, prepareremo un decotto utilizzando 30 grammi di radice di ginseng e 20 grammi di radice di liquirizia. Fate bollire l’acqua e aggiungete il vostro preparato. Lasciate sobbollire per circa 5-10 minuti. Filtrate e bevete.

 

Se volete provare altre bevande utili a recuperare l’energia, al link trovate 3 piante, da utilizzare come infusi, che possono aiutarvi a combattere l’affaticamento: http://ambientebio.it/3-infusi-naturali-per-ritrovare-lenergia/

(Foto in evidenza: orientalteahouse; foto interna: doro-tea.ro)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.