crampi notturni

Crampi notturni: cause e rimedi naturali per prevenire i crampi muscolari alle gambe

Essere svegliati nel cuore della notte dai forti dolori causati da crampi notturni alle gambe non è esattamente una cosa piacevole. Eppure è un’esperienza che accomuna tantissime persone, in forma sporadica, o ripetuta.

In genere i crampi notturni sono degli eventi che colpiscono i muscoli del polpaccio, della coscia o del piede. Vediamo di conoscere meglio queste contrazioni dolorose, le loro cause e alcuni rimedi naturali che possono aiutarci a trattarle e prevenirle.

Cause dei crampi notturni

Le cause che portano al verificarsi di crampi muscolari sono le più varie. Possono essere dovute all’affaticamento generato da esercizi estremi, o anche a particolari condizioni, come ad esempio la gravidanza. Altre situazioni che portano ai crampi notturni sono:

  • disidratazione;
  • carenza di minerali come magnesio, potassio, calcio e sodio, dovuta a una cattiva alimentazione o a un eccesso di sudorazione;
  • posizioni innaturali assunte per lungo periodo;
  • condizioni mediche specifiche come malattie renali o della tiroide;
  • condizioni che influenzano la circolazione sanguigna;
  • infezioni o intossicazioni da metalli, come ad esempio il piombo o il mercurio;
  • effetti collaterali di alcuni farmaci.
crampi notturni alle gambe
Crampi ai piedi e alle gambe: un sintomo di un malessere che va ricercato in vari fattori, tra cui l’affaticamento muscolare

Cosa fare in caso di crampi alle gambe

Il dolore improvviso di un crampo notturno è una cosa straziante. Esistono però alcune cose che possiamo fare nell’immediato per eliminare il fastidio.

Allungare e massaggiare la parte interessata dal crampo è la prima soluzione. Potete provare anche alcune posizioni di stretching, come ad esempio quella di piegare il piede, in modo che le dita siano rivolte verso lo stinco.

Quando un crampo colpisce un polpaccio, è possibile eliminarlo in questo semplice modo: sedendosi per terra e chiedendo a qualcuno di sollevare la gamba verso l’alto e di sorreggerla sotto il tallone con una mano.

Poi, con l’altra mano, deve flettere le dita del piede in avanti: il muscolo contratto così si rilascia immediatamente. Se si è da soli, appoggiare la punta del piede della gamba assalita dai crampi su un ripiano di circa 20 centimetri d’altezza e piegare il ginocchio.

Se le fitte sono, invece, alla coscia, piegare il ginocchio, flettere la gamba indietro e portare il piede verso i glutei.

Queste semplici tecniche di stretching servono ad allentare la tensione muscolare. Scomparsa la sensazione di dolore intenso, massaggiare la parte indolenzita, dal basso verso l’alto, con leggeri movimenti di sfioramento.

Fare una doccia calda o un bagno, per rilassare i muscoli. Anche un impacco caldo va bene. Massaggiare il muscolo dolorante.

Come prevenire i crampi notturni

Per la prevenzione dei crampi notturni è necessario innanzitutto comprendere innanzitutto quale sia la causa scatenante che produce la contrazione.

Se pensate che i crampi siano causati dai vostri farmaci, discutete col medico di questo problema.

Ricordatevi comunque che nutrirvi bene e idratarvi correttamente è il punto di partenza per prevenire questa condizione. Cibi ricchi di potassio calcio e magnesio sono i vostri alleati. Il calcio e il magnesio sono coinvolti negli impulsi nervosi e nell’attività muscolare. Il calcio è necessario per contrarre il muscolo e il magnesio per rilassarlo. Uno squilibrio dei loro livelli può causare i crampi.

Anche fare stretching durante il giorno, e soprattutto alla fine di ogni allenamento, può ridurre i disturbi.

crampi notturni
Crampi alle gambe: una giusta alimentazione un riposto corretto sono fondamentali per non incorrere in fastidiosi crampi notturni

Non sottovalutate inoltre la carenza di vitamina E, la cui assunzione potrebbe dar sollievo in casi di contrazioni muscolari notturne. Infine, esistono alcune piante che possono venire in nostro soccorso, come il gingko, l’equiseto, lo zafferano, l’estratto di bacche di sambuco e la clorofilla. Rivolgetevi al vostro erborista di fiducia per comprendere quella più adatta a voi.

Se i crampi sono persistenti e gravi e se osservate la presenza di debolezza muscolare, non esitate a contattare uno specialista.

I crampi notturni alle gambe non devono essere confusi con la sindrome delle gambe senza riposo (RLS), che è una condizione a parte. Potete approfondire l’argomento a questo link: http://www.ambientebio.it/sindrome-delle-gambe-senza-riposo-cause-sintomi-e-rimedi-naturali/

LEGGI ANCHE:

Carenza di Magnesio nel corpo: sintomi, cause e cibi dove trovarne

Sport: Addio ai crampi muscolari con 6 mosse

Dolori Intercostali: Come riconoscerli e non avere paura di un infarto

 

(Foto: myrelaxis)

Cause dei crampi notturni, crampi cause, Crampi notturni, crampi notturni alle gambe, crampi rimedi


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter