salviette struccanti

Salviette struccanti: ecco perché non sono la scelta migliore per il viso e l’ambiente

Struccare con le salviette è facile e veloce. Tuttavia, è discutibile se queste siano buone per la pelle e l’ambiente. Spieghiamo perché le salviette struccanti non sono necessariamente la scelta migliore.

  • Le salviettine struccanti promettono di rimuovere rapidamente il trucco e allo stesso tempo detergere il viso.
  • Essendo un prodotto monouso, hanno un cattivo peso ecologico e anche l’effetto pulente è controverso. 
  • È meglio usare prodotti separati per la rimozione del trucco e la pulizia del viso.

Dopo una lunga giornata di lavoro, dopo una festa o in viaggio, molte donne si struccano la sera con le salviette. È facile e veloce, soprattutto quando una donna è già un po ‘stanca. Un altro vantaggio: se si utilizzano salviettine struccanti, non è necessario acquistare separatamente lo struccante per gli occhi e i dischetti di cotone, il che presumibilmente consente di risparmiare denaro.

Ma le salviette struccanti sono davvero così buone come i produttori vogliono farci credere? O dovremmo usare meglio altre alternative per il bene della nostra pelle e dell’ambiente?

Le salviette struccanti promettono di rimuovere il trucco con una sola passata – Foto: Dmytro Flisak / Shutterstock

Le salviettine struccanti possono pulire a fondo la pelle?

L’effetto pulente dei tessuti facciali

Se si utilizzano salviette struccanti come unica fase di pulizia senza lavare nuovamente il viso con acqua, sulla pelle possono rimanere residui di trucco, sporco e residui dei detergenti contenuti in questi prodotti. Ciò si traduce spesso in pori ostruiti, brufoli e ciglia rotte.

Se la pelle del viso non viene pulita adeguatamente, i prodotti per la cura applicati su di essa non possono essere assorbiti correttamente e la pelle non può rigenerarsi durante la notte. Questo favorisce l’invecchiamento precoce della pelle. Nel peggiore dei casi, i residui di mascara e ombretto avanzati possono persino causare infezioni agli occhi che devono essere trattate dal medico.

Le salviettine struccanti possono causare irritazioni alla pelle

Per rimuovere tutto il trucco con un tessuto o dischetto facciale, le donne spesso devono strofinare un bel po ‘. A lungo termine, questo può irritare la pelle. Soprattutto le persone che soffrono di malattie della pelle come la rosacea o l’acne possono potenzialmente peggiorare i loro problemi di pelle con l’uso di tessuti facciali. 

Le salviette struccanti fanno male all’ambiente

Le salviettine struccanti possono contenere ingredienti discutibili 

Parabeni, derivati ​​del PEG, fragranze e conservanti: gli ingredienti che critichiamo in altri prodotti cosmetici si trovano spesso anche nelle salviettine per il trucco. Questo è problematico perché i derivati ​​del PEG possono, ad esempio, rendere la pelle più permeabile alle sostanze estranee. Si sospetta anche che alcuni parabeni siano problematici dal punto di vista ormonale.  

Un altro problema è l’elevato contenuto di alcool di molti di questi prodotti. Questo secca la pelle a lungo termine e può causare irritazioni e arrossamenti della pelle

Le salviette struccanti sono poco sostenibili

La maggior parte dei panni e tessuti delle salviette sono realizzati con fibre di plastica resistenti allo strappo. Non sono biodegradabili e devono essere smaltiti con i rifiuti indifferenziati. Poiché le salviette per la rimozione del trucco sono di fatto usa e getta, una grande montagna di rifiuti viene creata abbastanza rapidamente. 

A questa montagna di spazzatura contribuisce anche la copertura di plastica, in cui di solito sono imballate le salviette struccanti. Con una confezione media di 25 salviette, un uso costante prevede il fatto che queste debbano essere acquistate molto spesso.

Leggi anche: Capelli a due colori: il ritocco ideale per la ricrescita


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto