Home Prodotti naturali Come scegliere l’olio di cocco

Come scegliere l’olio di cocco

3102
1
CONDIVIDI

L’olio di cocco è un olio vegetale ottenuto dai frutti dell’omonima pianta. La parte utilizzata, più o meno essiccata, è detta copra.

Questo prodotto ha diversi campi di applicazione, il primo, il principale, è l’industria cosmetica, dove viene utilizzato per le sue proprietà lenitive ed emollienti, che nutrono la pelle, rendendola più liscia ed elastica. Ma sono anche altre le qualità che lo rendono un ottimo rimedio per la pelle secca e per i capelli: il suo essere  antivirale, antibatterico e antimicotico.

Anche l’industria alimentare fa ampio uso dell’olio di cocco, come olio per fritture, come ingrediente per i prodotti da forno e per la produzione di burro e margarine.

La qualità di questo prodotto varia anche in relazione alla materia prima utilizzata.

Ma come orientarci per scegliere il tipo di olio di cocco che fa per noi? Cosa significa esattamente spremuto a freddo, raffinato o non raffinato?

Greenerideal ci spiega alcune delle cose da tenere bene in mente, quando dobbiamo scegliere il nostro prodotto.

Che cosa cercare in etichetta

La prima cosa da fare è guardare bene l’etichetta della nostra confezione di olio di cocco. Lì, cercheremo informazioni inerenti a:

  • descrizioni dell’Olio di cocco;
  • segnali di Qualità;
  • associazioni di categoria;
  • organismi di certificazione;
  • indicazioni di scelte etiche.

Vediamo adesso, una per una, le diverse caratteristiche che guideranno la nostra scelta.

Descrizioni Olio di cocco

Tra le diverse descrizioni dell’olio di cocco possiamo trovare la dicitura:

  • Spremitura a freddo
  • Olio di cocco biologico
  • Olio di cocco puro
  • Olio di cocco raffinato
  • Olio di cocco non raffinato
  • Olio di cocco   vergine

Vediamo da vicino cosa significano questi termini.

Spremitura a freddo

Questa dicitura descrive il modo in cui l’olio è estratto dalla polpa bianca del cocco. La spremitura a freddo viene eseguita ad una temperatura controllata compresa tra i 40-45 gradi.

Olio di cocco biologico

Affinché possa essere utilizzata questa dicitura, è necessario che un olio di cocco sia certificato come “biologico” da un organismo riconosciuto come l’ “Organic Federation Food” o “The Soil Association”. L’acquisto di prodotti biologici, lo sappiamo bene, protegge la nostra salute da tutto ciò che di chimico viene utilizzato nelle coltivazioni intensive.


Olio di cocco puro

Se troviamo questa dicitura, significa che il nostro olio di cocco non ha subito pastorizzazione, fumigazione, idrogenazione e nessun altro tipo di processo artificiale. È probabilmente uno dei processi più naturali che possiamo trovare.

Olio di cocco raffinato

Questo tipo di prodotto è in genere ottenuto dalla polpa della noce di cocco essiccata, passando poi attraverso vari processi tra cui sbiancamento e deodorazione. Questo gli toglie ogni gusto e aroma originale.

Olio di cocco non raffinato

Questo è l’olio di cocco nel suo stato più naturale, significa che non è stato alterato in alcun modo, che non contiene additivi, idrogenazione, deodorizzazione o candeggio. Ha un delicato aroma di cocco ed è noto anche come olio di cocco “Vergine”.

I 5 segnali che indicano la qualità di un olio di cocco 

Ecco i 5 segnali che possono garantirci che il nostro prodotto è un prodotto di qualità:

  • Presenza di Certificazione
  • Biologico
  • Vergine
  • Puro
  • Spremuto a freddo

La prima cosa che dovete fare, quindi, è controllare l’etichetta per scorgere l’eventuale presenza di loghi di certificazione biologica. Poi, dovete cercare di capire se è veramente puro e non “miscelato”. L’aggiunta di altri oli, infatti, fa variare la qualità del nostro prodotto.

Associazioni di categoria

Un’altra cosa a cui dovete prestare attenzione, soprattutto se avete fatto delle scelte etiche ben precise, è notare se sul prodotto sono impressi marchi di associazioni di categoria, come la Vegan Society, che garantisce il fatto che non solo il nostro acquisto è privo di sostanze di origine animale, ma anche da OGM, e certificazioni di qualità emessi da organi riconosciuti.

Ricapitolando

Come scegliere il vostro olio di cocco?  Cercate un prodotto che sia vergine, puro e biologico (certificato da un organismo riconosciuto). Preferite inoltre affidarvi ad aziende biologiche o legate al commercio equo e solidale.

(Foto:  Phú Thịnh Co)

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here