Come riciclare le bustine di tè utilizzate

Il tè è una bevanda che rappresenta un momento di pausa, un piacere per corpo e mente. Lo ammetto sono un amante del tè in tutte le sue tipologie, soprattutto verde, amo il tè come amo anche le tisane, e ne bevo a più riprese nell’arco della giornata. Quando beviamo un caffè non ce lo gustiamo lentamente, lo si beve in frettafra una cosa e l’altra, mentre il tè va bevuto con calma, è una pausa rilassante.

Mi sono sempre posta il problema di come potevo riciclare le bustine di tè apparentemente potrebbero essere buttate nella spazzatura. Vi elenchiamo qui di seguito alcuni utilizzi:

  • In caso di pelle scottata da sole, o anche le scottature dei fornelli basta applicare le bustine umide per qualche minuto.
  • In caso di tagli da rasatura sono da applicare fredde umide.
  • Possiamo mescolarle al terreno per avere un concime naturale a costo zero.
  • Le bustine messe in frigo e poi posizionate sul viso e sugli occhi regalano un effetto antirughe rilassante, utile per sgonfiare le occhiaie perchè rilasciano i tannini che aiutano a rilassare gli occhi e la pelle.
  • Le bustine si possono riutilizzare per fare un’altra infusione e utilizzare per coprire i capelli bianchi in modo molto naturale. Basta aggiungere un cucchiaio di rosmarino e uno di salvia e lasciare il tutto in infusione per un’intera notte. Dopo lo shampoo abituale versiamo la lozione sui capelli e non lavateli.
  • Possiamo utilizzare anche le bustine per tingere in modo naturale i tessuti. Lasciamo in infusione le bustine per una mezz’ora abbondante e poi immergiamo i tessuti naturali nel liquido raffreddato e lasciamo agire per un’ora abbondante.Laviamo poi il tessuto con acqua e aceto o acqua e sale per fissare il colore.

  • Per rilassare i piedi potete fare un pediluvio in acqua calda con abbondanti bustine di tè, oltre ad essere un ottimo defaticante elimina ogni cattivo odore.
  • Con le bustine del tè verde usate possiamo fare un infuso e aggiungere delle gocce di limone, per realizzare un tonico che risveglia la nostra pelle, conferendo più luminosità.
  • Le bustine di tè messe nei ripiani del frigorifero assorbono gli odori, potete metterle in una ciotolina e collocarle in un angolo
  • Le bustine degli infusi che sono molto profumati possono venire aperte e il contenuto messo ad essiccare e poi fare dei sacchettini profumati da utilizzare dentro gli armadi.
  • L’infuso di tè raffreddato è utile anche per pulire pavimenti e vetri senza lasciare aloni in modo impeccabile. Ottimo il tè nero per dare luce al legno scuro. Questo infuso è utile anche per pulire i mobili in legno non verniciati.

Se avete anche altri consigli saremo ben felici di aggiungerli alla lista.

 

 

 

bustine di tè, kenia, riciclo bustine di tè, riciclo rimedi naturali


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter