Home Alimentazione Biologica Come conservare al meglio gli alimenti

Come conservare al meglio gli alimenti

711
0
CONDIVIDI

Come riuscire a conservare al meglio gli alimenti, evitando che si perdano? Esistono una serie di accorgimenti che possono aiutarci a conservare meglio frutta e verdura, evitando che questi cibi diventino neri e immangiabili. Si tratta più che altro di errori da evitare o piccoli trucchetti che non tutti conoscono.

Abbiamo già visto, ad esempio, un elenco di cibi che non vanno assolutamente tenuti in frigo. Oggi vedremo invece una carrellata di utili consigli che possono aumentare il tempo di conservazione degli alimenti.

Cipolle

Se avete dei vecchi collant che non usate più, potrebbe essere l’occasione giusta per tirarli fuori dal cassetto! Usarli per conservare le cipolle vi permetterà di farle durare fino a 8 mesi. Mettete una cipolla alla volta dentro la calza. Ogni pezzo sarà separato dall’altro con un nodo, in modo che abbia lo spazio e l’ossigeno sufficiente. È una soluzione molto pratica: quando vi servirà una cipolla, basterà tagliare la parte di calza nella quale è contenuta. Attenzione: tenetele assolutamente lontano dalle patate!

Patate

Come abbiamo già visto, le patate sono uno dei cibi che è necessario conservare in un luogo buio e asciutto, preferibilmente a temperatura ambiente. Il frigorifero, ad esempio, trasforma gli amidi contenuti in questo alimento in zuccheri, determinando una perdita in gusto e qualità. C’è chi dice che mettere delle mele vicino alle patate le faccia rimanere più a lungo senza germogli. Non mettiamo la mano sul fuoco su quest’ultimo consiglio, su cui ci sono pareri discordanti.

Banane

Ecco un tasto dolente: le banane! È difficile conservarle, perché sembra che qualsiasi cosa si faccia, anneriscano comunque! Prima regola: mai metterle in frigorifero. Visto che le banane sono un frutto che continua a maturare anche dopo essere stato staccato dalla pianta, potete conservarle avvolgendo un po’ di pellicola attorno ai piccioli. Questo eviterà il diramarsi dell’etilene dalla base al resto del frutto, cosa che le porta ad annerire più velocemente. Conservarle separatamente può essere un ulteriore suggerimento.

Fragole

Anche le fragole sono difficili da conservare, soprattutto se acquistate in grande quantità. Ecco un segreto che potrebbe aiutarvi: mettete in un’insalatiera una soluzione composta da 10 parti di acqua e una di aceto di mele. Mettete dentro le fragole, mescolate di tanto in tanto e risciacquate. L’aceto le purificherà dai batteri, consentendovi di conservarle più a lungo.

metodi di conservazione degli alimenti

Asparagi e piante aromatiche a foglia verde

Per entrambi questi alimenti, si consiglia di conservarli come si fa con i fiori: tagliare di un centimetro i gambi e riporli in un vaso pieno di acqua fresca. Per gli asparagi, una volta sistemati in questo modo, possono essere riposti in frigo, coperti da una busta di plastica. Dureranno per una settimana. Ricordate però di cambiare l’acqua quando vedete che è diventata troppo scura. Un consiglio in più per le erbe aromatiche: potete pensare di congelarle in cubetti, mischiandole insieme e mettendo dell’olio. In questo modo avrete dei preziosi condimenti per le vostre zuppe, da usare in qualsiasi momento.

Insalata

Per conservare più a lungo l’insalata, è necessario innanzitutto liberarla dell’involucro di plastica (se c’è ovviamente). Avvolgetela poi in un foglio di carta assorbente e riponetela nell’insalatiera. La carta aiuterà a eliminare l’umidità che la fa marcire più velocemente. Quando vedete che sta appassendo, fate questo esperimento: immergetela nell’acqua ghiacciata. Inoltre, eliminate le foglie esterne se sono decomposte.

Aglio

Anche l’aglio è preferibile conservarlo fuori dal frigo, per evitare che germogli. Meglio tenerlo in un luogo fresco e asciutto come una cantina. Al limite, può essere conservato, pelato e in spicchi separati in sacchetti, nel freezer.

Broccoli

I broccoli sono un ortaggio che è preferibile consumare subito. Se ne avete tanti e avete paura che si perdano, potete decidere di congelarli, previa bollitura.

Zenzero

Se pensate che lo zenzero possa andare a male, tagliatelo a cubetti e conservatelo in freezer: sarà più semplice da grattugiare.

Funghi

Assolutamente no buste di plastica. Meglio tenerli in frigo dentro buste di carta.


Mele

No al frigo. Meglio in un luogo fresco e asciutto. Se ci sono mele ammaccate, meglio separarle dalle altre e consumarle subito: produrrebbero troppo etilene che andrebbe a far maturare e marcire il resto della frutta più velocemente. Se invece avete già sbucciato una mela, ma avete deciso di non consumarla subito, lasciatela a mollo con un po’ di succo di limone: eviterà che annerisca subito.

Frutta secca

Per conservarla meglio ed evitare che ammuffisca, tostatela e poi riponetela in barattoli di vetro.

Alcune verdure più delicate, come ad esempio peperoni, fagiolini, cavoli, sedano, cetrioli, possono essere conservati anche nel freezer, a patto che prima vengano sbollentati e raffreddati.

E infine…

Ecco gli ultimi due consigli: per conservare il cibo, preferite sempre contenitori in vetro o, al limite, in ceramica.  Infine, conservate gli alimenti in una dispensa pulita con prodotti naturali o in una cantina fresca e asciutta, la soluzione ideale.

(Foto in evidenza: wholenewmom.com; foto interna: Mr.TinDC)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here