Home Rimedi Naturali Chiodi di garofano: benefici e usi dell’antiossidante più potente al mondo

Chiodi di garofano: benefici e usi dell’antiossidante più potente al mondo

13126
0
CONDIVIDI
chiodi di garofano benefici

Conosciamo meglio i chiodi di garofano, le loro proprietà e come adoperarli per trattare raffreddore, micosi, e calo del desiderio.

I chiodi di garofano sono boccioli essiccati ricavati da un albero della famiglia Mirtacee: Eugenia caryophyllata. Il loro utilizzo è molto diffuso. L’essenza ricavata dai chiodi di garofano, infatti, ha una forte azione anestetizzante locale, dovuta alla presenza di eugenolo.

Hanno un odore caldo e stimolante, speziato. Le loro proprietà non si fermano solo all’azione anestetizzante: sono anche degli ottimi antifungini e antisettici e favoriscono la circolazione.

Oltre a essere adoperati nella medicina erboristica, sono utilizzati anche per realizzare pot-pourri e deodoranti naturali per la casa.

Sono conosciuti da secoli: nell’antica tradizione cinese, ad esempio, era diffusa l’usanza di tenere un chiodo di garofano in bocca per profumare l’alito prima di parlare al cospetto dell’imperatore.

Da questi piccoli boccioli essiccati, bruni e dall’aspetto simile appunto a un chiodo, si ottiene un olio essenziale molto conosciuto in odontoiatria per la sua capacità di calmare il mal di denti.

Ma vediamo più nel dettaglio le proprietà e di questo fantastico rimedio naturale.

Chiodi di garofano contro il raffreddore e la tosse

I chiodi di garofano possono essere adoperati anche per proteggerci da tosse e raffreddore. Oltre al potere antiossidante, come abbiamo visto, posseggono infatti proprietà antisettiche e germicida. Si possono adoperare anche sotto forma di infuso: basta lasciare riposare per 2-3 minuti 4 chiodi di garofano in una tazza di acqua bollente e bere ogni mattina, ai primi avvisagli di malessere.

ll migliore antiossidante

I ricercatori della Miguel Hernández University hanno indicato i chiodi di garofano come la migliore delle spezie antiossidanti. Una proprietà dovuta agli alti livelli di composti fenolici in essi contenuti. Questa spezia contribuisce a bloccare l’azione dei radicali liberi, mantenendoci giovani e in salute.  Lo studio ha confrontato il potere dei chiodi di garofano con altre piante tipiche della dieta mediterranea, come l’origano, il timo, il rosmarino e la salvia. I chiodi di garofano hanno vinto su tutti.




Chiodi di garofano e potere afrodisiaco

Esistono diversi cibi noti per il loro potere afrodisiaco, pensiamo ad esempio alle ostriche, al cioccolato, alle mandorle. Le spezie, però, non sono da meno. Già nel XV secolo, vari testi si interessavano alla questione, cercando di approfondire la credenza popolare che attribuiva ad alcuni alimenti la proprietà di stimolare l’attività sessuale. Tra questi c’erano spezie come il peperoncino, la noce moscata, il pepe, lo zenzero, la cannella, lo zafferano e… i chiodi di garofano.

Contro le micosi

L’infuso di chiodi di garofano, oltre a essere adoperato contro tosse e raffreddore, può essere utile sia per uso esterno che interno, in caso di parassiti intestinali, micosi della pelle e delle membrane mucose. Può essere utilizzato da solo o combinato con il potere di altre erbe antibatteriche, come ad esempio timo, coriandolo, cumino e vaniglia. Per uso esterno va adoperato per dei pediluvi.

Come abbiamo visto, i chiodi di garofano possono essere utili in molti casi. Al link trovate alcuni consigli utili su come adoperarli http://ambientebio.it/come-usare-i-chiodi-di-garofano/

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here