Home Rimedi Naturali Capelli sfibrati e che si spezzano? Ecco come curarli al rientro dalle...

Capelli sfibrati e che si spezzano? Ecco come curarli al rientro dalle vacanze

1298
0
CONDIVIDI

Sabbia, sole, salsedine, d’estate questi 3 elementi mettono a repentaglio la salute dei nostri capelli che possono così seccarsi o sfibrarsi. Dopo aver visto alcuni rimedi naturali per proteggerli durante le vacanze, oggi vedremo alcuni rimedi naturali per rinvigorirli al nostro rientro dalle spiagge e dal relax estivo.

Nonostante abbiamo preso tutte le precauzioni, infatti, può capitare che le nostre chiome siano bruciate, scolorite, sfibrate. A tal proposito, la natura può venire in nostro aiuto.

Secondo un articolo comparso su Repubblica, il rimedio naturale più efficace per ripristinare la lucentezza e la bellezza dei capelli sfibrati è l’olio di ricino.

Oltre alle sue preziose proprietà, utili per la salute generale del nostro corpo, l’olio di ricino è adatto per capelli sfibrati e spezzati, riesce a riequilibrare il quantitativo di grasso del cuoio capelluto, prevenendo il loro indebolimento ed evitando la formazione di doppie punte.

I nostri antenati erano soliti utilizzarlo per impacchi nutrienti e rinforzanti sui capelli secchi, fragili, sfibrati. Studi recenti hanno poi confermato che quest’olio vegetale ha una particolare affinità verso la cheratina, la sostanza di natura proteica di cui sono costituiti i capelli, i peli, le ciglia.

Può essere applicato tiepido, affinché possa penetrare bene nelle squame, 1 volta a settimana, preferibilmente di notte, avendo cura di avvolgere la testa con un panno per consentire ai suoi principi attivi di penetrare in profondità. Una volta svegli, lavate via con uno shampoo.

L’olio migliore da utilizzare è quello ottenuto con spremitura a freddo, di colore paglierino chiaro, con un’acidità che non superi l’1%.

Molto denso e filmante, deve però essere usato con parsimonia, perché a lungo andare tende a seccarli. Meglio utilizzarlo diluito con l’olio di mandorle dolci o di lino, da distribuire sui capelli come impacco nutriente.




Oltre all’olio di ricino, possono venire in nostro soccorso anche l’olio di cocco e l’olio d’oliva.

Con l’olio di cocco potete fare un impacco rigenerante, mettendo in una ciotolina 2 cucchiai di quest’olio vegetale, a cui andrete ad aggiungere 4 gocce di olio di jojoba e 2 cucchiaini di miele. Applicate l’impacco sui capelli umidi e lasciate in posa per dieci minuti. Passato questo tempo, lavate normalmente i vostri capelli e li troverete più morbidi e setosi.

L’olio d’oliva può essere adoperato per degli impacchi nutrienti, o semplicemente per effettuare un massaggio alla cute di qualche minuto.

Per rigenerare i capelli sfibrati e secchi e riequilibrare la cute secca e squamosa, un aiuto può arrivare da uno shampoo a base di Aloe, Propoli o Calendula, soprattutto se si soffre di psoriasi.

Ricordate il potere dell’aceto di mele come ultimo risciacquo, per lasciare i capelli lucidi e vaporosi.

Non dimentichiamo, infine, l’ultimo ingrediente naturale potentissimo: l’Henné, utile sia per colorare che proteggere i capelli. Ne esistono di vari tipi, ognuno adatto a esigenze diverse (potete approfondire l’argomento qui).

L’ultima chicca, poi, per gli amanti degli oli essenziali la trovate al link: http://ambientebio.it/15-oli-essenziali-per-la-bellezza-e-la-salute-dei-capelli/

(Foto: bestoftens.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.