BURRO DI KOKUM

Burro di kokum: caratteristiche, proprietà benefiche, utilizzi cosmetici e alimentari, controindicazioni

Il burro di kokum è un burro vegetale ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi della Garcinia indica, una pianta arbustiva, appartenente alla famiglia delle Clusiaceae, originaria dell’India Sud-occidentale, che cresce nelle foreste pluviali sempreverdi, dove viene chiamato burro di Goa.

La Garcinia indica presenta bacche dalle dimensioni di un’arancia, con 5-8 semi interni da cui si estrae il famoso burro che non ha nulla da invidiare ai più famosi burro di cacao o burro di karitè.

Caratteristiche e proprietà del burro di kokum

Dal colore bianco avorio, completamente inodore, dalla lunga conservazione (si mantiene a lungo senza irrancidire), il burro di kokum non unge e non diventa granuloso.

Ricco di vitamine (in particolare la vitamina E), acidi grassi omega 6 e 9, acido stearico, il burro di kokum è:

  • emolliente
  • nutriente
  • lenitivo
  • idratante
  • antinfiammatorio
  • antibatterico
  • antiossidante
  • doposole, contrastando le scottature
  • antirughe
  • ridona elasticità ai tessuti, li rigenera, contrasta la degenerazione cellulare per cui previene i danni da radicali liberi
  • dona lucentezza ai capelli opachi, stopposi, spenti
  • è consigliato su un cuoio capelluto secco, fragile, con tendenza alla caduta dei capelli o con doppie punte
  • è indicato sulle pelli secche e screpolate (labbra, mani, gambe, talloni)
  • rigenera la pelle stanca
  • esercita un’azione cutanea ringiovanente
BURRO DI KOKUM
Pelli secche e screpolate: il burro di Goa è un toccasana, donando loro idratazione e morbidezza.

Utilizzi cosmetici e alimentari

Il burro di kokum è utilizzato nella produzione di:

  • saponi
  • lozioni
  • scrub per la pelle
  • balsami
  • burri per il corpo
  • lipstick
  • creme viso
  • creme corpo
  • schiuma da barba
  • bombe da bagno

Il burro di kokum viene usato per comporre i grassi vegetali presenti nel cioccolato e sostitutivi del burro di cacao. Viene impiegato industrialmente per impedire al cioccolato di sciogliersi durante il trasporto o la vendita nei mesi estivi.

Controindicazioni

E’ possibile essere allergici per cui ricordate di testare prima il prodotto per non incorrere in reazioni allergiche latenti. Nel caso di reazioni particolari post-uso, smettete immediatamente di consumarlo e avvertite il vostro medico.

Dove comprare il burro di kokum? Nelle erboristerie, nei negozi di prodotti biologici o online. Si tratta di un prodotto sempre più impiegato grazie alla sua stabilità ossidativa, per cui può essere conservato 1-2 anni in un luogo fresco e asciutto dopo l’uso.

Alcune curiosità sul kokum frutto

Il kokum, quindi il frutto, stretto parente del mangostano, ha innumerevoli proprietà:

  • regola la produzione biliare
  • esercita un’azione cardiotonica
  • salvaguardia il sistema immunitario, le funzionalità cardiache ed epatiche
  • è antielmintico (elimina i parassiti vermiformi)
  • combatte la dissenteria
  • è analgesico
  • previene i tumori e gli infarti
  • riduce l’appetito, per cui è consigliato nelle diete dimagranti

FONTI IMMAGINI: www.ohga.it

burro di kokum, controindicazioni, proprietà benefiche, utilizzi cosmetici e alimentari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.