Barattiamo?Una macchina ci aiuta a riciclare e barattare

Il baratto è generalmente considerato la prima forma storica dello scambio commerciale di beni, ed è dunque ben anteriore alle forme di scambio monetario. Una delle ragioni è che è molto più difficile, in assenza di moneta, risparmiare una parte del reddito.

C’era un tempo in cui per ‘comprare’ bisognava dare qualcosa di proprio in cambio, niente soldi, solo altri oggetti. Questo tempo sembra tornare, e la forma di baratto come vecchia e nuova forma di commercio prova a sconfiggere la crisi. Swap-o-Matic è un distributore automatico, inventato da Lina Fenequito, che aiuta a riciclare cose di cui non si ha più bisogno, offrendo una validasoluzione per riciclare oggetti. Gli utilizzatori di Swap-o-Matic potranno donare e ricevere oggetti seguendo un intelligente meccanismo che si ispira alle logiche dello swapping.

Barattare significa scambiare. Se noi abbiamo un oggetto che magari ci è stato regalato e non lo usiamo o non ci piace, perchè non scambiarlo con qualcosa che ci serve o ci piace di più? Questo lo si può fare solo ancora solo a New York, dove sono state delle vending machine, dei simpatici e colorati distributori automatici di baratto, dal nome Swap-o-matic.

La tecnica del baratto incentiva il riciclo degli oggetti usati partendo dal presupposto che anziché disfarsene, ci sarà sicuramente qualcuno nella nostra città che è proprio alla ricerca di quello che noi stiamo scartando. Attualmente il distributore si trova presso la Creamery Ampio Hills a Brooklyn. Si potrebbe ben pensare che queste macchine del baratto potrebbero essere inserite in molti negozi commerciali, come librerie, negozi di elettronica, abbigliamento vintage. Il sistema di scambio non è valoriale, quindi basta dare un oggetto per ricevere un altro oggetto.

Sul sito www.swap-o-matic.com  è possibile consultare, in aggiornamento reale, cosa è contenuto all’interno dei vari scompartimenti.

 

Agnese Tondelli

barattare, barattiamo, riciclo, riuso, riuso e riciclo, swap-o-matic


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]