Home Rimedi Naturali Fare attività fisica aiuta memoria e apprendimento

Fare attività fisica aiuta memoria e apprendimento

4095
0
CONDIVIDI

Per migliorare la memoria e fissare meglio le nozioni basterebbe praticare attività fisica 4 ore dopo aver studiato. Né prima, né dopo. Ecco perché.

Fare sport o una qualsiasi attività fisica 4 ore dopo aver studiato migliora la memoria e l’apprendimento. Ad affermarlo,  uno studio pubblicato sulla rivista Cell Biology che dimostra come l’esercizio fisico possa migliorare la memoria. Soprattutto se effettuato dopo un intervallo di tempo specifico.

A condurre la ricerca, un team di esperti della Radboud University nei Paesi Bassi che ha coinvolto 72 persone in un test di memoria. La prova consisteva nel memorizzare 90 associazioni di immagini per un periodo di circa 40 minuti.

I volontari sono stati suddivisi successivamente in tre gruppi casuali: alcuni hanno eseguito un esercizio fisico subito dopo il test, altri dopo quattro giorni, altri ancora dopo quattro ore.

L’attività fisica consisteva in 35 minuti sulla cyclette a un’intensità alternata, che arrivava fino all’80% della frequenza cardiaca massima dei partecipanti.

Dopo due giorni i volontari sono stati sottoposti a un test per verificare quanto ricordavano. Allo stesso tempo, i loro cervelli sono stati osservati attraverso una risonanza magnetica.

Dall’analisi dei risultati è emerso che chi aveva eseguito l’attività fisica dopo quattro ore dall’esercizio riusciva a ricordare meglio degli altri le associazioni delle immagini. Nello specifico, i volontari avevano sperimentato un potenziamento di memoria del 10% in più rispetto agli altri partecipanti al test.




Non solo. Grazie alla mappatura del cervello, i ricercatori hanno scoperto che mentre i volontari fornivano la risposta corretta all’esercizio, si attivava nel cervello una regione ben precisa: quella dell’ippocampo, fondamentale per l’apprendimento e la memoria.

Secondo gli studiosi dunque l’esercizio fisico eseguito in un lasso di tempo appropriato può migliorare la memoria a lungo termine. Una cosa a vantaggio dei contesti educativi o clinici.

Ancora non è chiaro del tutto perché debbano trascorrere proprio quattro ore affinché ci possano essere questi effetti sulla nostra mente.

 Il professor Guillen Fernandez, ha cercato di dare la sua spiegazione: “Ci sono buone ragioni, derivanti da studi su animali, per credere che il rilascio di determinati neurotrasmettitori, come la dopamina e la noradrenalina, porti alla produzione di particolari proteine in grado di favorire il processo di memorizzazione. L’attività fisica vede proprio il rilascio di dopamina e noradrenalina”.

La memoria e l’apprendimento, comunque, possono essere potenziati anche attraverso l’alimentazione. Tra i cibi migliori che supportano le funzioni cognitive ricordiamo i frutti di bosco e quelli ad alto contenuto di omega 3, tiamina, zinco e colina.

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here