Home Rimedi Naturali Amici come la morfina per sopportare il dolore. Lo studio

Amici come la morfina per sopportare il dolore. Lo studio

441
0
CONDIVIDI

Circondarsi di tanti amici (e buoni) può aiutarvi a sopportare meglio il dolore. Secondo uno studio scientifico, le relazioni hanno l’effetto della morfina.

Gli amici sono come la morfina per trattare il dolore. Soprattutto quando sono tanti. Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Scientific Reports e condotto da due ricercatori dell’Università di Oxford (Regno Unito), Katerina Johnson e Robin Dunbari.

Secondo gli autori dello studio, gli amici (e i sentimenti a essi collegati) stimolerebbero la produzione di endorfine, sostanze che regolano l’umore e fungono da antidolorifici naturali.

Sembra che la teoria fosse in piedi già da tempo, ma lo studio ha contribuito a fornire un’evidenza scientifica all’ipotesi.

Katerina Johnson spiega il perché di questo effetto: “Le endorfine sono coinvolte nel circuito del dolore e del piacere: rappresentano antidolorifici naturali e forniscono sensazioni piacevoli. Studi precedenti hanno suggerito che le endorfine favoriscono la creazione di legami sociali sia negli esseri umani che negli animali. Una teoria, nota come ‘Brain opioid theory of social attachment’ ipotizza che le interazioni sociali inneschino emozioni positive quando le endorfine si legano ai recettori degli oppioidi nel cervello. Questo determina la sensazione di benessere che pervade le persone quando vedono i loro amici“.




Per condurre il loro studio, i ricercatori hanno coinvolto 101 persone di età compresa tra 18 e 34 anni. Ai volontari è stato chiesto di compilare un questionario sulle loro relazioni sociali, sullo stile di vita e sulla personalità. Inoltre, dovevano partecipare a una sorta di “test del dolore” che richiedeva loro di stare accovacciati contro il muro con la schiena dritta e le ginocchia piegate a 90 gradi, come se fossero seduti, ma senza sostegno. Alla fine dell’esperimento, è emerso che i volontari che avevano più amici riuscivano a sopportare la sofferenza fisica più a lungo.

Johnson ha spiegato che ”i risultati sono interessanti anche perché una recente ricerca suggerisce che il circuito delle endorfine può essere interrotto nei disturbi come la depressione” e questo ”potrebbe spiegare anche perché le persone depresse spesso fanno una vita socialmente più ritirata”.

Non solo: sembra inoltre che le persone attive . Uno dei motivi, secondo i ricercatori, è che il fitness sia un mezzo alternativo per ottenere una “scarica” di endorfine, visto che l’attività fisica stimola il rilascio di queste sostanze.

Ma cosa succede quando questi amici ci abbracciano? In un nostro precedente articolo abbiamo visto tutti gli effetti fisici e mentali che questo semplicissimo gesto può avere sul nostro corpo, come una maggiore sicurezza e la capacità di abbassare i livelli di pressione sanguigna. Potete approfondire l’argomento a questo link.

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.