reprimere le emozioni

Reprimere le emozioni: 3 motivi per cui non dovresti farlo

Reprimere le emozioni: Quando provi qualcosa di sconvolgente, tendi a trattenere i tuoi sentimenti e cerchi di nasconderli? Cerchi di reprimere le tue emozioni a favore di comportarti come se stessi bene, anche quando decisamente non lo sei?

Questo tipo di comportamento può essere molto dannoso per te e può peggiorare la tua vita. Ci sono modi migliori per affrontare i sentimenti complicati piuttosto che reprimerli. 

Ecco 3 motivi per cui non dovresti mai reprimere le tue emozioni e modi per esprimerti invece di tenerlo tutto dentro!

Perchè non bisogna reprimere le proprie emozioni

Tieni a mente questo consiglio.

1.Reprimere le emozioni le rende più forti

Un rifiuto di accettare le emozioni negative che provi può effettivamente farle diventare più travolgenti. Quando reprimi quei sentimenti negativi, non ti sbarazzi di loro, ma li immagazzini più indietro nella tua testa mentre si sviluppano e si sviluppano senza indirizzo. Torneranno per morderti più tardi, o potrebbero iniziare a impantanarti subito!

Da tempo gli studi hanno scoperto che esprimere emozioni negative può portare a uno stato mentale più positivo . Per ridurre l’impatto dei nostri sentimenti peggiori, esprimerli apertamente e onestamente (nelle giuste situazioni, ovviamente) può aiutare a ridurre la loro gravità e promuovere il recupero da quei sentimenti.

In termini di emozioni represse, il conseguente aumento di forza in esse può anche causare:

· Aumento dell’ansia

Lo stress derivante dall’accumulo di emozioni può iniziare a pesare sui tuoi livelli di stress, facendoti sentire più ansioso e a disagio.

· Esaurimento mentale

Affrontare emozioni travolgenti che non ti rendi nemmeno conto che ti stanno ancora influenzando, puoi lentamente ma sicuramente prendere un pedaggio su ogni tua mossa.

· Negatività peggiorata

Ogni volta che provi una nuova brutta emozione, potresti sentirla in modo molto più intenso.

· Difficoltà con i pensieri positivi

Reprimere le emozioni può farti sopraffare da quella negatività, causando problemi a essere felice anche nei momenti buoni.

2. Crea isolamento

Le persone spesso temono che essere aperti alle emozioni indurrà gli altri a non apprezzarle. In realtà, dovrebbero preoccuparsene al contrario.

Anche se le persone non possono leggere la tua mente, la maggior parte ha abbastanza intelligenza emotiva ed empatia perspicace per raccogliere inconsciamente emozioni negative. Le persone naturalmente, senza pensarci, si allontanano da questo tipo di “aure”.

Ecco alcuni modi specifici in cui le emozioni represse possono isolarti:

· Ti tagli fuori

La maggior parte delle persone inizia naturalmente a isolare le persone, direttamente o indirettamente, quando reprimono i propri sentimenti. Potresti pensare, “comunque a nessuno importa di me”, e il tuo comportamento lascerà filtrare questi pensieri, lasciandoti solo.

· Esplozione improvvisa delle emozioni

Reprimere le emozioni le fa diventare più forti, come abbiamo già stabilito. Ma non lo sai, quindi ti comporterai perfettamente e normalmente finché qualcosa non innescherà il rilascio di quelle emozioni. Quindi sperimenterai esplosioni improvvise su piccoli problemi, ferendo chi ti circonda.

Essere onesti sulle tue emozioni può aiutare a rafforzare le relazioni, non a indebolirle. Raccontare a qualcuno in modo onesto e positivo come ti senti può aiutare a correggere i problemi e concedere loro una visione più chiara dei tuoi stati d’animo e del tuo comportamento.

3. La tua salute ne può risentire

La repressione emotiva influisce molto di più del tuo stato mentale e della capacità di mantenere pensieri o relazioni positivi . Può anche davvero avere un impatto sulla tua salute fisica, e questo è stato studiato e registrato per molto tempo. Ecco alcuni modi in cui imbottigliare le cose potrebbe mettere a dura prova il tuo benessere:

· Problemi digestivi

È più probabile che tu abbia problemi intestinali se passi molto tempo a gestire emozioni negative, specialmente se coinvolgono stress, ansia e altri problemi simili.

· Aumento di peso

L’intasamento delle emozioni è spesso legato a scelte alimentari e spuntini più povere, contribuendo a forme malsane di aumento di peso.

· Mal di testa

Mal di testa regolari senza alcuna causa correlata alla salute possono spesso essere ricondotti a problemi emotivi, inclusa la possibilità di reprimere le tue emozioni.

· Riduzione delle statistiche di vita

A causa dei problemi di salute causati dalle emozioni represse, molte persone che reprimono i propri sentimenti sperimentano una vita complessiva più breve.

· Rischio cancro

Sono ancora necessari ulteriori studi per confermarlo, ma vale la pena notare che alcune prove indicano che la repressione emotiva può peggiorare il rischio di sviluppo del cancro.

Come possiamo porvi rimedio

Usa questi metodi per esprimerti. Non reprimere i tuoi sentimenti.

1. Scrivi

L’atto di scrivere le tue emozioni sembra molto semplice, eppure poche persone si rendono conto di quanto possa aiutarle! Il journaling, in particolare, ha dimostrato in più studi di avere risultati estremamente positivi sulla salute mentale e persino fisica generale.

La scrittura può essere terapeutica perché nessuno legge le tue parole, quindi sei libero di dire quello che vuoi. Nessuno può giudicarti e non devi preoccuparti di risparmiare i sentimenti degli altri mentre cura attentamente le tue parole. Quindi la prossima volta che hai bisogno di esprimerti, prova a scrivere! Ecco alcuni suggerimenti per l’autoespressione più efficace:

  • Non cercare di attenersi solo alla scrittura logica; esprimi le tue emozioni onestamente come le senti, anche se ti sembra infantile o irragionevole e anche se non sono organizzate.
  • Elaborare sulle emozioni; non dire semplicemente qualcosa che ti ha fatto sentire triste. Elabora la situazione e spiega perché ti ha ferito così tanto
  • Non pensare troppo alle tue opere. Scrivi ciò che scorre e non trattenerti.
  • Facoltativamente, puoi rileggere i tuoi scritti con una mente più chiara in seguito per riflettere sulle tue emozioni e su come fare meglio o evitare future situazioni simili.
  • Se decidi di tenere un diario regolare, non farti pressione per scrivere lunghi passaggi ogni giorno.

2. prova a nominare le tue emozioni

A volte il modo più semplice per esprimere come ti senti è dare un nome a quelle emozioni! Sembra apparentemente semplice, ma può fare miracoli per il tuo pensiero positivo . Come è già stato discusso, reprimere le emozioni è terribile per la salute e può peggiorare quelle sensazioni.

Dando un nome a ciò che senti, stai attivamente riconoscendo le tue emozioni, permettendo loro di essere confrontate e risolte. In realtà non è solo un ottimo modo per iniziare ad essere onesto con te stesso, ma aiuta anche a far scomparire quelle emozioni in modo sano e naturale. Ecco alcuni suggerimenti per farlo in modo efficace!

  • Non essere troppo generico; Sii specifico su ciò che senti invece di dire semplicemente “Mi sento male”.
  • Non aver paura di scavare un po ‘più a fondo; ti senti arrabbiato, ma da dove viene e perché?
  • Parlare a te stesso nel tentativo di elaborare le tue emozioni e nominarle accuratamente non è vergognoso o imbarazzante; usa quella tecnica se ti aiuta!

Puoi esercitarti a nominare le emozioni in silenzio nella tua testa in modo da poter continuare questa tecnica negli spazi pubblici, ma sappi che potrebbe non essere altrettanto efficace!

3. Impegnarsi in qualche hobby

L’energia emotiva negativa può pesare molto su di te. È una buona idea trovare e impegnarsi in hobby e attività per aiutare a espellere ed esprimere quell’energia. Ecco alcuni esempi di cose che puoi fare per esprimerti in modo sano:

  • Fare esercizio
  • Lettura
  • Ballando
  • Fare arte
  • Volontariato
  • Uscire con gli amici
  • Cantando
  • Giardinaggio
  • Giocare con gli animali domestici

Consenti a te stesso di sentire le tue emozioni e canalizzarle in queste attività. Non solo le attività stesse servono come grandi distrazioni, ma affinerai anche le abilità e utilizzerai il tuo tempo libero e le emozioni negative in modo positivo e produttivo.

Sindrome del colon irritabile: sintomi, rimedi naturali e legame con le emozioni

Se tutto il resto fallisce, sappi che va bene anche fare una pausa per un po’. Va bene essere soli e inattivi con le proprie emozioni. Tienilo sotto un limite di tempo e non crogiolarti per giorni e giorni!

4. Reprimere le emozioni: Parla parla e parla

Parlare con qualcuno di cui ti fidi delle tue emozioni è un ottimo modo per esprimerti. Attraverso l’ascolto, gli altri possono fornirti un contatto sociale significativo, una conferma delicata delle tue emozioni e, se richiesto, prospettive e consigli esterni.

Come le emozioni agiscono sulla nostra cervicale

È utile, per cominciare, avere qualcun altro che osserva la tua situazione da una prospettiva più razionale. Ma anche se stai solo cercando di sfogarti e di non ricevere consigli, a volte è solo bello sentirsi ascoltato. Ecco alcuni suggerimenti per parlarne in modo sano e positivo:

  • È una buona idea far conoscere prima alla persona con cui stai parlando le tue intenzioni; vuoi un consiglio o solo un supporto emotivo?
  • Assicurati di poter veramente fidarti della persona con cui stai parlando; dovrebbero essere in grado di mantenere i segreti, astenersi dal giudicare e non usare mai ciò che dici contro di te in futuro.
  • Non offenderti se qualcuno con cui vorresti parlare non si trova nel giusto spazio mentale per ascoltare lo sfogo, offrire supporto o fornire consigli; i confini emotivi sono importanti e non tutti possono fornirti ciò che cerchi!

Amigdala: rabbia, paura ed altre emozioni. Cos’è e come governa le forze “oscure” nel nostro cervello

Non hai nessuno vicino nella tua vita con cui ti senti a tuo agio a parlare? Prova a chiamare e fissare un appuntamento con un terapista, un consulente o un simile professionista della salute mentale. Anche se all’inizio può sembrare imbarazzante, parlare con i professionisti è un modo meraviglioso per esprimerti poiché sono addestrati ad ascoltarti nel modo più efficace e fornire assistenza in modo sicuro e comprovato.

reprimere le emozioni


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto