lucidità mentale

5 cose da fare dopo le 18 per mantenere la lucidità mentale

Cosa fai dopo le 18:00? Per alcune persone, questo è il momento in cui la loro giornata finisce e possono rilassarsi. Per altri, hanno più lavoro da fare. Altri potrebbero avere impegni di qualche tipo in questo momento, o forse sta trascorrendo del tempo con amici e familiari. Indipendentemente da ciò, hai bisogno di chiarezza e lucidità mentale. Nel frattempo, il mondo sta accelerando soprattutto per l’ora di punta, quando la maggior parte delle persone torna a casa.

Indipendentemente da come usi il tuo tempo pomeridiano, c’è una cosa che è quasi unanimemente vera. Poche persone sono così precise alle 18:00 come durante il giorno. Per coloro che hanno ancora alcune cose da portare a termine o alcune commissioni da svolgere, la fatica del resto della giornata può pesare molto.

D’altra parte, per coloro che sono completamente liberi dopo le 18:00, possono passare il loro tempo a non fare nulla in particolare, rallentando col passare del tempo. Anche se avere del tempo libero è fantastico ed è bello riposarsi dopo una lunga giornata, non si può negare che almeno una parte di quel tempo libero potrebbe avere modi migliori di spenderlo.

Se il tuo cervello è annebbiato dopo le 18:00, o se stai cercando di aiutarti a rimanere più vigile e chiaro in qualsiasi momento della giornata, potrebbero esserci dei modi per sfruttare questo tempo. Che tu sia occupato o libero dopo le 6, ci sarà sicuramente qualcosa che puoi fare per aiutare te stesso e il tuo cervello. Ecco 5 cose che puoi fare dopo le 18:00 per migliorare la tua lucidità mentale.

Imparare nuove cose

Se sei il tipo di persona che ha una discreta quantità di tempo libero dopo le 18:00, potresti voler imparare modi migliori per usarlo. Questo non vuol dire che dovresti essere impegnato senza sosta e rinunciare a tutto il tuo tempo di riposo. Invece, questo significa che devi imparare a usare il tuo tempo in modo positivo per te stesso.

L’apprendimento è uno dei modi migliori per mantenere il cervello impegnato e aiutarlo a formare funzioni e connessioni più forti. Se non hai niente da fare la sera, approfitta di questo tempo libero! Dopotutto, sviluppare le tue capacità intellettuali attraverso l’apprendimento può aiutare la tua funzione cognitiva e la tua chiarezza. Ecco alcuni modi per imparare dopo le 18:00

Leggere

Scegli un libro che ti interessa e perditi in esso, che sia di fantasia o di saggistica. Tieni la mente occupata e potresti persino imparare cose nuove! Assicurati solo di leggere per divertimento e piacere, non perché ti senti in dovere di farlo. Potrebbero bastare poche pagine per ottenere questi risultati!

Soddisfa la tua curiosità

C’è qualcosa che ti incuriosisce da un po ‘? Usa il tuo tempo libero per imparare qualcosa al riguardo! Che si tratti di un argomento oscuro o solo un po ‘di verifica dei fatti, ora hai tempo per rispondere alle domande che sono state poste.

Nuovo Hobby

Gli hobby sono un ottimo modo per espandere le tue capacità e sviluppare le tue capacità intellettuali per una migliore chiarezza mentale. Se lavori in un campo tecnico, prova qualcosa di artistico e viceversa! Lavora le parti del tuo cervello che normalmente non vengono esercitate!

Esci

Hai mai notato che spesso ti senti più calmo quando sei fuori e la tua testa è più chiara? Per capire perché questo accade, dobbiamo pensare alla plasticità strutturale, cioè alla capacità e al desiderio del cervello umano di ricablare e produrre connessioni neurali in base al suo ambiente. Essenzialmente, trovarsi in un ambiente arricchente può aiutare il tuo cervello a funzionare.

La natura è uno dei modi migliori per “arricchire” il tuo cervello in modo semplice e diretto. La tranquillità che la natura porta è contraria alla vita urbana più elaborata in cui molti di noi vivono, consentendo una pausa dal caos e dalla frenesia che elimina il sovraccarico sensoriale. Gli studi  hanno scoperto che anche se non puoi entrare nella natura, puoi comunque beneficiare dell’esposizione all’ambiente:

Test per scarico cerebrale e chiarezza mentale

Il cervello è come una specie di computer naturale. Se sei un po ‘esperto di tecnologia, probabilmente sai cos’è la RAM, o memoria ad accesso casuale, nell’elettronica. La RAM è un tipo di archiviazione dati che viene utilizzata durante l’esecuzione di software o applicazioni. È utile pensare che anche i cervelli abbiano una sorta di “RAM”.

Ma cosa significa questo? Fondamentalmente il tuo cervello ha una capacità limitata di elaborare più compiti e pensieri, spesso rallentando il disordine che ottieni. Peggio ancora, molti dei cosiddetti processi di occupazione della RAM si trovano nei pensieri di fondo, nei carichi mentali, negli input sensoriali e in altre cose subconsce.

Alcune attività possono aiutare a chiarire questo ADR, come dormire bene la notte o fare pratiche rilassanti per calmarsi. Ma in poco tempo dopo le 18:00, quando sei stanco ma hai altro da fare, lo ” scarico” del cervello è un buon modo per liberare la mente! Ecco come farlo:

Passaggio 1: procurati un supporto di scrittura. È possibile utilizzare un blocco note o un programma di parole sul computer, un’applicazione di blocco note sul telefono o persino un foglio e una matita tradizionali.

Passaggio 2: scrivi o annota assolutamente qualsiasi cosa e tutto ciò a cui puoi pensare, non importa quanto banale o strano. Qualsiasi pensiero che ti passa per la mente, annotalo rapidamente. Ricorda, anche pensieri come “Non so cosa scrivere” sono ancora pensieri che dovresti scrivere. Non pensare troppo, fallo e basta.

Passaggio 3: continua questa pratica per 5-15 minuti, o più a lungo se ti senti davvero come se avessi molto da sfogare.

Passaggio 4: come passaggio facoltativo, se il disordine mentale sulla pagina è chiaramente un po ‘pesante, puoi provare a pensare (e scrivere i tuoi pensieri) perché ti senti in questo modo o perché quelle parole erano nella tua testa per cominciare.

Foto di Peter Bauer da Pixabay

Fate meditazione

Probabilmente hai già sentito parlare di meditazione consapevole molte volte. È l’atto della meditazione per sistemare i tuoi pensieri nel presente, liberando ansie, preoccupazioni e fattori di stress mentre lo fai. Ha lo scopo di rilassarti e aumentare il tuo pensiero positivo, e la maggior parte degli studi ha dimostrato che funziona bene.

La meditazione Mindfulness fa miracoli per la concentrazione e può consentirti di schiarirti bene la mente e continuare a esibirti a un ritmo efficiente e produttivo, anche di notte. Ecco come farlo:

FASE 1: CALMA

Trova un posto relativamente tranquillo e siediti su una sedia o un cuscino, con la schiena dritta (non rigida). Assicurati di sentirti stabile e rilassare le spalle. Appoggia le mani sulle gambe, mantenendo la parte superiore delle braccia ai lati del busto.

FASE 2: RELAX

Abbassa delicatamente il mento, permettendo agli occhi di chiudersi se necessario (anche se tieni presente che non devi chiudere gli occhi per meditare). Mantieni il tuo corpo impegnato senza essere troppo teso o rilassato.

FASE 3: RESPIRARE E SENTIRSI

Fai un respiro profondo e concentrati su come il tuo respiro riempie e svuota il tuo corpo in modo naturale. Segui il sollevamento e l’abbassamento del torace, sentendo il modo in cui l’aria entra dal naso o dalla bocca, riempie il petto e lo stomaco e poi esce di nuovo.

FASE 4: MANTIENI A FUOCO

I tuoi pensieri potrebbero cercare di insinuarsi e distogliere la tua attenzione dal tuo respiro. Notali, ma non reagire, giudicare o rispondere a loro e reindirizza lentamente la tua attenzione al tuo respiro. Puoi contare i tuoi respiri per concentrarti meglio.

FASE 5: FINITURA

Solleva lentamente la testa all’indietro, aprendo gli occhi se si sono chiusi. Torna delicatamente al presente prendendo nota delle cose che ti circondano nel tuo ambiente, quindi presta attenzione a te stesso. Come ti senti? Cosa stai pensando? Fermati e decidi come andrà la tua giornata, poi alzati e fallo.

Fai una pausa

Se hai mai provato a dedicare molto tempo a concentrarti su qualcosa, potresti scoprire che la tua capacità di concentrazione diventa sempre meno funzionale col passare del tempo. La tua efficienza e produttività alla fine iniziano a peggiorare mentre lotti per concentrare il tuo cervello. Ci sono diverse spiegazioni per questo:

  • Le risorse mentali possono esaurirsi nel tempo
  • Il cervello può naturalmente ignorare le forme ripetute e costanti di stimolazione.
  • È probabile che ti annoi con lo stesso compito con il passare del tempo

Indipendentemente da quale di queste spiegazioni sia vera, la maggior parte delle ricerche conclude che, per i livelli più positivi di concentrazione mentale, è necessario fare brevi pause. Brevi pause da ciò che stai facendo per distogliere la tua attenzione per un momento possono aumentare significativamente la tua capacità di concentrazione. In altre parole, prenditi una pausa, soprattutto se svolgi lo stesso compito da molto tempo e soffri di stanchezza generale per l’usura della giornata!


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto