Home Permacultura Un ragazzo africano dai materiali di scarto produce energia

Un ragazzo africano dai materiali di scarto produce energia

225
0
CONDIVIDI

In Sierra Leone un bambino di 15 anni, Doe Kelvin, è balzato alle cronache perchè è riuscito, malgrado la mancanza di mezzi a trasformare i rifiuti in elettricità, nella sua casa vi è elettricità fatta da una batteria in metallo, acido e bicarbonato.

Come spesso accade in questi casi la sua volontà è quella di voler migliorare le condizioni di vita del suo vicinato, della sua comunità. Un bel esempio di altruismo che dovrebbe funzionare da esempio per altre situazioni dove le possibilità non mancano.

Il suo impegno e il suo genio è stato comunque premiato, alcuni scienziati del Massachusetts Institute of Technology (MIT), lo hanno invitato per tre settimane a vedere le strutture e, naturalmente, per fare la sua conoscenza.

Inserito nel programma Visiting praticanti, un programma di lavoro che promuove i giovani del MIT che lottano per migliorare il futuro dei paesi in via di sviluppo, un compito impegnativo che è comunque supportato da anche altre menti.

Grazie a questo sostegno inatteso e grande, Kevin può pensare in grande, si pone sempre nuove sfide per migliorare la sua comunità e dice che la sua prossima invenzione sarà un mulino a vento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here