Home Bioedilizia Tesla Motors e la batteria per alimentare la casa con l’energia solare

Tesla Motors e la batteria per alimentare la casa con l’energia solare

741
0
CONDIVIDI

Prodursi da soli, in casa, l’energia attraverso il fotovoltaico. Oggi sembra un’opportunità difficile da realizzare, soprattutto a causa del costo delle batterie troppo elevato, ma Tesla potrebbe dare un nuovo impulso al mercato.

L’alimentazione “off-grid” delle case è una cosa già tecnicamente possibile: pannelli fotovoltaici, inverter, sistemi di accumulo sono già presenti sul mercato, e stanno diventando sempre più efficienti. Purtroppo, però, il costo soprattutto delle batterie è così elevato che non rende questa possibilità alla portata di tutti. Presto, però, potrebbero arrivare delle novità.

Elon Musk, cofondatore di Tesla Motors, ha annunciato che la sua azienda ha ormai ultimato una batteria per la casa che potrebbe fungere da generatore, anche durante una interruzione di corrente. Non solo: il sistema di accumulo potrebbe essere prodotto già entro sei mesi.

tesla motors ricarica

Per ora, non sono stati forniti ulteriori dettagli, come, ad esempio, il tipo di batterie, il costo, la potenza, ma il CEO di Tesla ha assicurato che il nuovo prodotto potrebbe consentire di accedere alla corrente in autonomia dalla rete elettrica. Secondo la casa automobilistica giapponese, la batteria può fornire energia elettrica ad una casa con consumi medi per una settimana.

Stando poi a quanto riportato dal sito The Verge, la fase di progettazione sarebbe di fatto già stata ultimata.

Alcune fonti affermano che la batteria potrebbe essere simile a quella inclusa nella Toyota Mirai che sfrutta una cella a combustibile a idrogeno e una volta rimossa dall’auto si può utilizzare come fonte di energia in casa.

Musk, nei mesi scorsi, aveva già rivelato la propria intenzione di fornire agli utenti casalinghi qualcosa di diverso. In quell’occasione, riporta Il Sole 24 Ore, aveva ironizzato sulla tecnologia della casa nipponica, sostenendo come le auto ad idrogeno non avrebbero dovuto essere definite “fuel cell” bensì “fool cell”.

Quindi, non una novità, visto che la Nissan ha ideato già qualcosa di simile, piuttosto la possibilità di aprire il mercato alla creazione di una nuova generazione di accumulatori per la casa su larga scala.


L’obiettivo della Tesla sarebbe quello di produrre un dispositivo in grado di massimizzare l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico della casa, utilizzandola in differita.

Per farlo servono batterie speciali, tanto che il nuovo accumulatore è il frutto di un intenso lavoro di sviluppo condotto dalla stessa Tesla, in collaborazione con diverse società che forniscono servizi energetici.

Musk di dice convinto che le potenzialità di vendita per questa tipologia di prodotto, sia negli Stati Uniti che in Europa, siano grandi. Chissà allora che avere una casa off-grid e autosufficiente non possa diventare realtà prima del previsto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here