Home Orto e Giardino Orto in terrazza: cosa piantare in primavera

Orto in terrazza: cosa piantare in primavera

1101
0
CONDIVIDI

In questo periodo dell’anno, le temperature iniziano a diventare più miti, ecco allora che chi ha un giardino, ma anche dei vasi abbastanza grandi, può iniziare a darsi da fare e a seminare qualche bella e buona piantina!

L’inizio di aprile è un momento perfetto per piantare colture che daranno i loro frutti durante la stagione fredda (ma non solo), come i cavolini di Bruxelles, le fave, i fagioli, le barbabietole i cavoli e via dicendo.

Ricordate che è sempre importante aspettare l’ultima ondata di gelo prima di interrare i vostri semi. Piantare precocemente non è sempre una buona strategia e diversi semi hanno bisogno che il terreno garantisca una temperatura più mite per evitare di marcire prima di veder spuntare il primo germoglio.

Vediamo adesso alcune colture che possiamo effettuare in questo periodo, divise in base alla grandezza dei contenitori che dovranno ospitare i semi.

Per i contenitori da 20 cm di diametro e 15-20 cm di profondità:

Rucola, crescione, portulaca, piante aromatiche.

orto sul balcone

Per i contenitori da 25 cm di diametro per 25cm di profondità o più grandi:

Carote tonde di Parigi, cavoli nani, spinaci erbe di qualsiasi tipo, peperoni, peperoncini, ravanelli (ci possono stare circa 10 piante), bietole e barbabietole. Queste ultime non amano gli spazi stretti, per questo, meglio non metterne più di sei in un vaso di diametro di 30 cm e profondo 30. Per quanto riguarda invece le carote, se scegliete la varietà normale, considerate che in un vaso largo 30 e profondo 30, ci stanno circa 10 carote.

Per i contenitori da 35-40 cm di diametro e 25 cm di profondità o più grandi:

Fagioli, fagioli rampicanti, sedano (in un vaso largo e profondo 30 cm potete posizionare circa 4 piantine), cetrioli, insalata, cipolle, piselli nani a cespuglio, tutti i tipi di peperoni, rape. Per quanto riguarda i cetrioli, potremmo decidere di inserire una rete metallica a cilindro all’interno del contenitore, per dargli un sostegno su cui arrampicarsi.


Per i contenitori da 50 cm di diametro per 40 cm di profondità:

Fagioli di qualsiasi tipo, broccoli, piselli di tutti i tipi, parate, zucche in miniatura, tutti i tipi di melanzane, patate dolci, tutti i tipi di cavolo, purché il favo sia abbastanza spazioso. Meglio in questo caso comprare le piantine, invece che puntare sui semi, più complicati da far crescere. Considerate che un vaso largo 45 cm può ospitare 5 piante di fagioli. Sono facili da coltivare: basta un po’ di terra e poca acqua e il gioco è fatto. Se avete a disposizione solo un vaso piccolo ne metterete solo una pianta.

Per i grandi contenitori:

Fagioli di tutti i tipi, carote di qualsiasi varietà, papaia, pomodori, angurie (esistono semi di angurie di piccole dimensioni).

Quando coltivate le verdure nei vasi, queste avranno bisogno di essere innaffiate con maggiore regolarità, soprattutto in estate.

Ricordate: riuscire ad avere un proprio orticello è importante perché ci permette di produrre autonomamente il cibo di cui abbiamo bisogno, dandoci la sicurezza di conoscerne la provenienza. Dalla semina alla raccolta possono passare pochi o molti giorni, dipende dal clima e dalla tipologia di seme che avete piantato. Per esempio, il ravanello può impiegarci 25 giorni dalla semina al primo raccolto, mentre per ottenere un pomodoro maturo, occorreranno 80 giorni circa. Ricordate anche che ogni pianta ha le proprie esigenze in termini di quantità di acqua, esposizione al sole, spazio e tipo di terreno.

Infine, non dimenticate di rimuovere sempre parassiti, erbacce e piante infestanti.

(Foto in evidenza: James Jordan; foto interna: josef.stuefer)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here