Realizzare un giardino verticale

Non manco poi molto alla primavera, anche se ora le giornate non sono ancora proprio tiepide, anzi direi che fa ancora proprio freddo, già iniziamo a pensare a come e cosa pianteremo appena possibile. C’è chi non ha problemi di spazio e quindi può decidere di piantare dove e come meglio preferisce e chi invece deve decidere come ottimizzare gli spazi.

Per chi dovesse avere problemi di spazio, possiamo consigliarvi qualche idea per realizzare degli orti verticali che possano contenere le piante che preferiamo con il minimo spazio. Potremo decidere di mettere piante ornamentali oppure anche altre tipologie, a voi la scelta in base alla vostre esigenze. Tenete presente che le piante che poi andremo a piantare non le dobbiamo usare per il consumo alimentare in quanto gli attuali pallet sono tutti trattati con bromuro di metile.

Procuriamoci per prima cosa un pallet, spesso li troviamo abbandonati dietro ai negozi, poi prendiamo un paio di metri di tessuto non tessuto da piante, carta vetrata, chiodi, martello, graffe, terriccio e piante a scelta, ma che non siano troppo invasive con le radici.

Prendiamo il nostro pallet e con della carta vetrata stondiamo meglio i bordo cercando di eliminare più schegge possibili.
Prendete a questo punto il tessuto non tessuto plastificato che deve essere attaccato nella parte posteriore, e sui lati lunghi e su uno corto. Passo passo vi spieghiamo come fare.

giardino verticale 1 giardino verticale2
giardino verticale 3 giardino verticale4
giardino verticale7 giardino verticale8
giardino verticale 10

Quando abbiamo terminato la realizzazione del nostro giardino, lasciamo disteso per due settimane circa, in modo tale che le radici prendano bene la terra. Poi possiamo procedere a metterlo verticalmente.

 

Fonte “http://ecocosas.com

giardini verticali, giardino fai da te, orto in poco spazio


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Comment

  • grazie,
    bella spiegazione finalmente esauriente.
    ho solo una domanda:
    dove compro il tessuto non tessuto da piante plastificato? ha un nome specifico o no?
    come devo aspettarmi che sia?
    grazie
    b

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]