Home Permacultura Negozi leggeri: ridurre i rifiuti

Negozi leggeri: ridurre i rifiuti

439
0
CONDIVIDI

Il modo migliore per creare meno rifiuti, meno emissioni di CO2,per essere attenti sia all’ambiente ma anche alla nostra salute e alle nostre tasche può essere rappresentato da questa nuova catena di “negozi leggeri”, la prima catena nata dall’esperienza dell’Ente di ricerca Ecologos e dal lavoro di Rinova s.c.,  punti vendita in cui è possibile acquistare prodotti alla spina, sfusi, privi di imballaggi, portandosi da casa il contenitore e riempiendolo di quello che si desidera. Con questo sistema la gente si abitua ad un consumo più responsabile e consapevole.
Già erano presenti nel mercato, in alcune realtà, prodotti alla spina, ma prevalentemente detergenti, questa catena è molto più vasta e la scelta è ampia, offre alimentari, prodotti per l’igiene personale o per la pulizia della casa, trucchi, pannolini lavabili e libri di cucina e non solo.

Il risparmio non lascia dubbi sulla convenienza dell’iniziativa: dal 20 al 50% in meno rispetto al prezzo ordinario e a chi arriccia il naso sul tema qualità, i negozi leggeri rispondono: ”garantiamo una gamma completa di prodotti di qualità, dal biologico al locale fino al prodotto tradizionale”. Attualmente i punti vendita nati sono 6 l’ultimo inaugurato di recente a Moncalieri, la possibilità di aprirne di nuovi comunque può essere effettuata in franchising andando nel sito http://www.negozioleggero.it.

L’obiettivo dei negozi leggeri è offrire una riflessione sui nostri stili di vita e su come le azioni quotidiane possano incidere sull’ambiente e la società. L’acquisto di prodotti sfusi e privi di imballaggi consente di ridurre la quantità di rifiuti domestici che produciamo ogni giorno, e di sicuro questi prodotti costano meno rispetto a quelli confezionati. Infatti, proprio per produrre imballaggi e confezioni si sprecano inutilmente energia e materiali. Tutti i rifiuti superflui fanno lievitare i costi pubblici per lo smaltimento, e per questo motivo aumentano anche i prezzi dei prodotti che acquistiamo ogni giorno. Il sistema di questa rete di punti vendita è sostenibile sotto molti aspetti, oltre ad immaginare un mondo senza rifiuti, i negozi leggeri hanno pensato anche alla mobilità attivando il servizio di consegna in bicicletta sulla Città di Torino.

Il servizio attivo da soli 3 mesi sta già riscuotendo successo: ”i clienti sono molto soddisfatti”. La consegna, spiega Vaccaneo, ”ha un costo simbolico di 4 euro per evitare che arrivino richieste per un solo prodotto” anche perché si tratta di una doppia consegna: ”prima c’è il ritiro dei contenitori vuoti e poi la consegna della spesa”.

Il cambiamento vero della nostra società, della nostra realtà e della tutela dell’ambiente parte anche dai nostri piccoli passi, possiamo fare molto per migliorare il nostro futuro e quello dei nostri figli, bastano piccole cose, piccole scelte che rispettino l’ambiente e noi stessi. Se ci pensiamo poi è un pò un ritorno al passato, ma con la coscienza di voler migliorare il nostro legame con l’ambiente e anche se vogliamo un bel modo di risparmiare, chiediamo ai nostri genitori o ai nostri nonni come si acquistava un volta……

Agnese Tondelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here