Home Permacultura Casa sicura: come mettere al riparo le abitazioni dal troppo vento

Casa sicura: come mettere al riparo le abitazioni dal troppo vento

1792
0
CONDIVIDI

Vento e pioggia possono creare notevoli danni alle nostre abitazioni e ai nostri giardini. Una corretta manutenzione e degli interventi mirati possono però aiutarci a mettere in sicurezza le nostre case.

Il vento, soprattutto nelle zone particolarmente esposte, provoca forti pressioni sulle superfici esterne e depressioni su quelle interne. Con il passare del tempo, i rivestimenti delle facciate e le coperture possono deteriorarsi, fessurarsi, perdendo la loro funzione protettiva.

Dei controlli periodici possono evitare tutto ciò, prevenendo spiacevoli danni. Particolare attenzione va data dunque alle coperture, ai cornicioni senza trascurare, infine, gli infissi che garantiscono la protezione degli interni da infiltrazioni di vento e acqua.

Le persiane sono dei sistemi fondamentali che ci consentono di proteggere vetri e finestre dal contatto con corpi esterni.

Al sicuro dal vento: le siepi

Le migliorie da apportare alle nostre case per difendersi dal vento non si fermano tuttavia alla sola manutenzione.

danni vento

Soprattutto se avete un giardino esterno, la collocazione di siepi adeguate può non solo abbellire i vostri spazi e garantirvi riservatezza, ma anche mettere al riparo casa e coltivazioni dal vento eccessivo. Occorre dunque scegliere delle piante che si sviluppino velocemente in altezza, garantendo compattezza per tutto l’anno. Magari scegliendo anche arbusti a bassa manutenzione.

Il volume della siepe sarà scelto in base alle esigenze e all’ampiezza del giardino. L’ideale è una siepe con apertura della chioma del 30-40%, in modo da garantire un’equilibrata ripartizione del vento. Particolarmente adatte alle zone di mare sono la tamarix ramosissima e la teucrium fruticans, grazie alla loro capacità di sopportazione della salsedine.

Come proteggere le piante

Per quanto riguarda le colture, effettuate una buona progettazione dei vostri spazi, mettendo, se possibile, le piante nuove al riparo dai venti forti.

Tagliate alberi e arbusti morti, mettendone in dimora degli altri. Cercate per quanto possibile di assicurare dei sostegni per gli alberelli più giovani, in modo che il vento non se li porti via, arrecando sicuramente danni a voi, ma potenzialmente anche ad altre persone.

È una spesa da fare che potrebbe salvarvi da conseguenze peggiori, inoltre eventuali sostegni possono anche essere fabbricati con l’ausilio di materiali riciclati.

Consigli per ridurre i danni del vento

Ritornando alla manutenzione e alle opportune attenzioni da usare soprattutto in periodi di forte vento o in zone molto ventilate, evitate per quanto possibile di adoperare coperture mobili o che non siano ben fissate.

Rendete agevoli le vostra mura danneggiate, soprattutto se in sasso o laterizio e le diverse parti della casa (come ad esempio cornicioni) che potrebbero crollare per le forti folate e il lavoro congiunto di erosione dell’acqua.

Assicurate i vostri materiali domestici o da lavoro, in modo che non vengano portati via dal vento, così come i vasi con le piante.

Infine, se le condizioni ve lo permettono e siete in una zona propizia, usatelo questo vento, sotto forma di energia rinnovabile, pensando alla possibilità di costruire un mini impianto eolico che tenga conto del posizionamento delle pale e dei flussi d’aria periodici.

LEGGI ANCHE: Case galleggianti sostenibili per proteggere dalle inondazioni

Foto interna: gbsroofing

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here