Home Pulizie eco Bigiotteria rovinata e sporca? Falla risplendere con 4 rimedi naturali

Bigiotteria rovinata e sporca? Falla risplendere con 4 rimedi naturali

2097
0
CONDIVIDI
bigiotteria

Pazzi per la bigiotteria? Ecco alcuni ingredienti naturali per pulirla e farla brillare!

Collane, bracciali, anelli, orecchini, gli accessori di bigiotteria non sono mai abbastanza per gli appassionati e per chi ama curare i dettagli del proprio look, senza per forza spendere un patrimonio!

Questi oggetti sono conosciuti anche con il nome di gioielleria di scena perché nascono come produzione per il mondo dello spettacolo. In seguito, bracciali anelli e collane hanno avuto una grande diffusione commerciale per via del prezzo contenuto e dell’ottimo risultato estetico.

Ma come mantenere sempre brillanti questi oggetti, anche con il trascorrere del tempo? Ecco 4 rimedi naturali per pulire la bigiotteria che potrebbero tornarvi utili.

A ogni bigiotteria il suo rimedio naturale

Gli accessori di bigiotteria possono essere realizzati con vari materiali: legno, vetro, ottone, plastica, pietre. Per questo, prima di procedere alla loro pulizia, è necessario rendersi conto innanzitutto quale materiale abbiamo davanti. Non tutti i rimedi naturali possono essere adoperati su ogni superficie. Pensate ad esempio al limone o all’aceto, che potrebbero corrodere e portar via il colore. O al bicarbonato che potrebbe graffiare le superfici dei vostri oggetti.

La prima cosa da fare è quella di spolverare i vostri oggetti, soprattutto se sono composti da inserti di legno intagliati. Poi, in base al materiale di cui è composta la vostra bigiotteria, sceglierete uno di questi ingredienti naturali.

1. Fate brillare la bigiotteria: il limone

La prima soluzione, semplicissima, è quella di adoperare il succo di limone diluito in acqua tiepida. Il limone, ormai lo abbiamo imparato, è un ottimo ingrediente naturale per le pulizie di casa. In questo caso, può essere adoperato per pulire la bigiotteria fatta in ottone o rame. Ha un leggero grado di acidità quindi è sconsigliato per le pietre che tendono ad ossidarsi a contatto con acidi.

2. Fate brillare la bigiotteria: l’aceto

Il secondo ingrediente, presente nelle case di tutti è l’aceto. I gioielli possono essere messi in immersione dentro l’aceto di vino bianco per qualche ora. Poi vanno sciacquati e strofinati con un panno morbido per eliminare gli aloni. L’aceto è indicato per gli oggetti in acciaio. Invece di immergerli, potete anche semplicemente lucidare la bigiotteria con un panno immerso in aceto diluito in acqua tiepida. Evitate di utilizzarlo su oggetti di plastica colorata.

3. Fate brillare la bigiotteria: il Sapone di Marsiglia

Anche il sapone di Marsiglia è uno degli ingredienti molto comuni nelle case e consigliato per pulire la bigiotteria. È adatto ad alcune superfici metalliche e agli oggetti in vetro. Potete sciogliere un po’ di sapone in acqua tiepida, immergere un panno e passarlo sulla superficie ad pulire. È l’ingrediente più versatile in questo caso, perché quello più delicato e adatto a vari tipi di superfici.

4. Fate brillare la bigiotteria: il bicarbonato

Oltre che per l’igiene personale, il bicarbonato può essere adoperato per pulire la bigiotteria soggetta ad ossidazione. Quella realizzata in metallo poco pregiato per intenderci, che tende ad annerire. Sciogliete un cucchiaio di bicarbonato in acqua. Immergete un panno morbido e strofinate sull’oggetto. Poi, risciacquate. Nel caso delle catenine, potete lasciarle in immersione nel liquido e poi strofinarle, per farle diventare ancora più luminose.

Ovviamente, la soluzione migliore per curare la vostra bigiotteria è evitare che annerisca o si rovini. Spolverandola di tanto in tanto nel caso del legno, o applicando dello smalto trasparente nel caso del metallo che tende ad annerirsi.

Leggi anche: Sale alleato in casa: 17 usi per pulire, sgrassare e deumidificare

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here