Home Bioedilizia Un enorme muro verde antinquinamento difende un municipio olandese

Un enorme muro verde antinquinamento difende un municipio olandese

806
0
CONDIVIDI
muro verde

La città olandese di Venlo ha deciso di diventare la prima regione al mondo ad adottare pienamente i principi Cradle to Cradle (C2C).

Il progetto di cui parliamo oggi è sembrato lo strumento giusto per far si che questo municipio olandese fosse un faro per la sostenibilità. Progettato da Kraaijvanger Architects , il municipio di Venlo presenta una sorprendente facciata trasparente inghiottita da un enorme muro verde, con un grandissimo giardino verticale.

Realizzato con oltre 100 piante diverse, il muro verde vivente di 2.000 metri quadrati è tra i più grandi al mondo e assorbe il 30% di zolfo e ossidi di azoto trasportati dall’aria – approssimativamente equivalente al particolato creato da 32.300 metri quadrati di autostrada.

Il distretto green con design in bioedilizia all’avanguardia

Situato sulla sponda orientale del fiume Mosa, il municipio di Venlo comprende uffici, una piazza, una sala pubblica, uno spazio espositivo, sale riunioni e un garage con parcheggio per biciclette.

Il nuovo edificio, completato nel 2016, consolida servizi che erano stati precedentemente distribuiti in tutta la città. L’accesso alla luce naturale, al verde e una varietà di spazi di lavoro adattabili aiuta a creare un ambiente di lavoro salutare.

Un nucleo centrale pieno di luce inonda l’interno di luce diurna e consente un flusso d’aria naturale, sostituendo la necessità di ventilazione meccanica. 

Risparmio energetico, flessibilità e ottimizzazione della risorsa acqua

Il calore intrappolato dalla serra situata all’ultimo piano viene riciclato per fornire il riscaldamento dell’edificio. L’utilizzo di acqua è ridotto al minimo e un tetto delle zone umide purifica l’acqua grigia e l’acqua piovana per il riutilizzo nell’irrigazione della parete verde e dei servizi igienici.

La costruzione è a prova di futuro, e non è solo importante la funzione del giardino verticale; l’interno è costruito indipendentemente dalla struttura portante e quindi lascia un possibile cambio di funzione un’opzione futura “, hanno scritto gli architetti. “Su scala ridotta, c’è spazio per sviluppi imprevisti nel campo della sostenibilità; tutti i sistemi relativi all’edificio possono essere sostituiti senza interventi importanti “.

 

Leggi anche: https://www.ambientebio.it/permacultura/casa-bio-arredamento/giardino-verticale-piu-alto/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.