Home Casa Bio 5 modi in cui le piante d’appartamento aiutano la nostra salute (e...

5 modi in cui le piante d’appartamento aiutano la nostra salute (e non solo)

3174
0
CONDIVIDI

Come ornamento o per purificare l’aria della casa, le piante d’appartamento possono essere un vero e proprio alleato per la nostra salute e il nostro umore. Esistono diverse varietà, adatte a particolari esigenze, zone o ambienti.

Ma quali sono i benefici che avere delle piante d’appartamento può portare nella nostra vita?

Eccone alcuni.

1 Aiutano l’ossigenazione dell’ambiente e del nostro corpo

Le piante d’appartamento possono essere una preziosa fonte di ossigeno. Assorbono l’anidride carbonica e rilasciano ossigeno attraverso la fotosintesi. Cosa che il nostro corpo apprezza enormemente.

La fotosintesi, però, si arresta durante la notte, periodo in cui la maggior parte delle piante assorbe ossigeno per rilasciare anidride carbonica. Tuttavia, alcune piante particolari, come le orchidee, le piante grasse e le bromeliacee epifite, capovolgono questo processo, comportandosi in maniera anomala visto che rilasciano ossigeno di notte invece che di giorno. Questo significa che piante come la Sansevieria possono essere utilizzate nelle stanze da letto per mantenere l’ossigenazione anche durante la notte.

benefici delle piante

2 Scoraggiano alcune malattie

Durante la traspirazione, le piante emettono abbondanti quantità di vapore acqueo. Una cosa che potrebbe essere fastidiosa, certo, ma che in alcuni casi ha anche risvolti positivi. Pensiamo ad esempio al periodo invernale, quanto il riscaldamento può rendere secca l’aria nella casa. Le piante possono in questo caso aiutare a mantenere il corretto grado di umidità degli ambienti. Una cosa positiva anche se si vive in luoghi con clima arido. Alcune ricerche, inoltre, rivelano che l’umidità può ridurre la sopravvivenza e la trasmissione del virus dell’influenza che si diffonderebbe invece nella secca aria invernale.

3 Purificano l’aria delle case

Secondo una ricerca condotta dalla NASA, la qualità dell’aria in ambienti chiusi può subire notevoli miglioramenti grazie all’azione delle piante. Sia foglie che radici, infatti, sono utili nel processo di rimozione di tracce di vapori tossici all’interno di luoghi ermeticamente chiusi. Bassi livelli di sostanze chimiche come il monossido di carbonio e la formaldeide possono essere rimossi dall’ambiente grazie all’azione delle piante.

4 Stimolano la guarigione

Portare fiori e piante durante una visita a un paziente può sembrare una cosa scontata, eppure è un gesto che potrebbe avere più effetti benefici di quanto pensiamo. Secondo uno studio condotto presso la Kansas State University, le piante potrebbero essere una sorta di terapia complementare non invasiva, economica ed efficace per i pazienti. Durante lo studio, infatti, i ricercatori si sono resi conto che visualizzare le piante durante il periodo di recupero a seguito di un’operazione aveva un’influenza positiva nel processo di guarigione. I soggetti, infatti, avevano una pressione sistolica più bassa, minore ansia e stanchezza rispetto ai pazienti che nelle loro camere non avevano piante o fiori. Inoltre, il tempo di recupero era significativamente ridotto.


5 Aiutano a lavorare meglio

Studiare o lavorare in presenza di piante aumenta concentrazione e produttività e la memoria può migliorare fino al 20%. Il lavoro svolto sotto l’influenza della natura presenta un tasso di precisione molto più alto rispetto al lavoro eseguito in ambienti privi di piante. Questo, almeno, quanto affermato da diversi studi condotti in Norvegia.

Questi sono solo cinque dei benefici che potremmo ottenere, decidendo di abbellire le nostre case con delle piante da appartamento. Al link trovate un elenco di piante utili per purificare l’aria delle nostre case, suddivise in base alle diverse stanze: http://ambientebio.it/le-piante-che-danno-ossigeno-alla-nostra-casa/

(Foto in evidenza: revedecor; foto interna: cltampa)