Home Eventi Rimini: dal 5 all’8 novembre la sostenibilità va in fiera con Ecomondo

Rimini: dal 5 all’8 novembre la sostenibilità va in fiera con Ecomondo

254
0
CONDIVIDI

Rimini in fiera dal 5 all’8 novembre. In questi giorni, a Rimini, si sta svolgendo la diciottesima edizione della fiera internazionale di Ecomondo, inerente agli ambiti di recupero di materia ed energia e sviluppo sostenibile.

Tra i temi principali trattati quest’anno, gli Stati Generali e la Green Economy. Previsti sei saloni dedicati all’ambiente e alle tematiche di eco-innovazione e trasformazione dei rifiuti. Nel programma convegni e seminari incentrati sul ciclo completo dei rifiuti, la scarsità delle risorse prime e il riuso dei materiali.

In contemporanea a Ecomondo, si stanno svolgendo anche Key Energy (fiera internazionale per l’energia e la mobilità sostenibile), Key Wind (Salone dell’energia del vento), Cooperambiente (salone del sistema cooperativo legato all’ambiente), H2R – Mobility for Sustainability e Condominio Eco.

In totale sono 16 i padiglioni da visitare, con oltre mille imprese.

Giorno 5 novembre, si è discusso in particolare di Stati Generali della green economy che, secondo quanto commentato dal ministro dell’Ambiente Galletti: “sono il motore della conversione culturale, e quindi politica ed economica, che sta ponendo l’economia sostenibile al centro del progetto-paese. I dati parlano chiaro: in anni di crisi gravissima, cresce, e vigorosamente, nel nostro paese un solo comparto, quello della green economy. È cresciuto il volume d’affari ed è cresciuta soprattutto l’occupazione. Il Governo sostiene questa rivoluzione ambientale e vede negli Stati Generali il laboratorio privilegiato del cambiamento”.

Secondo i numeri presentati da Ecomondo, nel 2020 si toccheranno i 2.200 miliardi di euro in sette settori chiave: efficienza energetica, gestione intelligente delle risorse idriche, energia, mobilità sostenibile, uso efficiente dei materiali e soprattutto gestione dei rifiuti e del riciclo. Facendo una proiezione, se l’Italia rispettasse gli obiettivi europei in termini di riciclo, entro il 2020, potrebbero essere creati circa 89mila posti di lavoro, per un fatturato 2014-2020 da 6,2 miliardi di euro.

Giovedì 6 novembre, invece, in occasione della sessione conclusiva, sono stati mostrati i risultati dell’indagine, condotta tra aprile e maggio 2014, sugli orientamenti degli imprenditori italiani della green economy.

Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, il rapporto, redatto dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e articolato in 56 temi e 8 argomenti strategici, “evidenzia che gli imprenditori “verdi” ritengono che “la crisi economica può essere superata innovando, differenziando e puntando su produzioni e consumi in direzione green”. Previsione confermata da uno studio di Greenpeace, che stima 100mila occupati solo nel settore delle energie rinnovabili entro il 2030, con un impatto economico e occupazionale per l’Italia che nel 2013 ha superato i 6 miliardi di euro”.

Novità di quest’anno di Ecomondo è Condominio Eco, che sposta l’attenzione su circa 800mila condomini bisognosi di radicali ristrutturazioni.

Tra le iniziative pensate per la fiera da Condominio Eco vi è un vero e proprio condominio “da toccare”, arricchito dalle soluzioni tecniche messe a disposizione dalla principali aziende, che danno la possibilità a tutti i visitatori di toccare con mano e provare tutte le tecnologie, i materiali e le innovazioni proposte.

Infine, è stata prevista anche una sezione espositiva itinerante dedicata alle tecnologie e agli impianti che riducono lo spreco energetico, abbassando le bollette.

Potete seguire la diretta in streaming della fiera a questo link: http://www.ecomondo.com/index.asp

(Foto: ecomondo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here