Home Eventi Giornata Mondiale degli Oceani 2017: ecco come li stiamo distruggendo

Giornata Mondiale degli Oceani 2017: ecco come li stiamo distruggendo

1775
1
CONDIVIDI

Giornata Mondiale degli Oceani: un’infografica ci aiuta a capire come stiamo distruggendo una delle principali fonti di vita per il pianeta…

Dal 1992, anno della Conferenza delle Nazioni Unite su Ambiente e Sviluppo di Rio de Janeiro, alcune nazioni hanno cominciato a celebrare il World Oceans Day, la Giornata Mondiale degli Oceani. L’Assemblea Generale dell’ONU ha stabilito, poi, nel 2008, che la ricorrenza cadesse l’8 giugno.

Si tratta di un evento importante per tantissime ragioni. Prima fra tutte: il fatto che gli Oceani contengono il 97% dell’acqua sulla terra. Il novantasette per cento. Grazie a questo immenso ecosistema, 3 miliardi di persone traggono sostentamento quotidiano.

Eppure non ce ne curiamo. E anzi facciamo di tutto per inquinarli, sporcarli, vandalizzarli. Alterandone irrimediabilmente i delicati equilibri.

Giornata Mondiale degli Oceani: la conferenza ONU

Il tema scelto dalle Nazioni Unite per l’edizione 2017 è “I nostri oceani, il nostro futuro“. Uno slogan che spiega perfettamente cosa c’è in ballo con la salute degli oceani: il nostro futuro. A New York, l’ONU ha organizzato anche la prima conferenza sul tema, The Ocean Conference: cominciata lunedì scorso, andrà avanti fino a domani, 9 giugno.

Contattata dalla Stampa, Franscesca Santoro, specialista di programma della Commissione oceanografica intergovernativa dell’Unesco, ha spiegato l’importanza dell’appuntamento:

Uno degli aspetti più interessanti è che alla conferenza si formeranno dei partenariati. I Paesi partecipanti, rappresentati da oltre 40 capi di stato, il settore privato, le organizzazioni internazionali e le ONG si impegneranno a compiere delle azioni definendo tempistiche e risultati attesi ben precisi, attraverso impegni volontari. Alcuni partenariati sono nati in base all’area geografica, altri in relazione ad una tematica specifica“.

Giornata Mondiale degli Oceani: gli obiettivi

Le iniziative messe in campo dalle Nazioni Unite, dovranno rispondere ai traguardi dell’obiettivo 14 della Conferenza ONU sullo Sviluppo Sostenibile del 2015, ovvero:

  • Prevenire e ridurre entro il 2025 ogni forma di inquinamento marino
  • Proteggere l’ecosistema marino e la costa entro il 2020
  • Perfezionare l’utilizzo sostenibile degli oceani e delle loro risorse
  • Ridurre gli effetti dell’acidificazione degli Oceani
  • Contribuire alla biodiversità marina
  • Porre fine alla pesca distruttiva e illegale entro il 2020
  • Riformulare in chiave sostenibile le attività di pesca, acquacoltura e turismo
  • Salvaguardare almeno il 10% delle aree costiere e marine entro il 2020
LEGGI ANCHE: Waste Shark: lo squalo hi-tech che pulisce gli oceani dai rifiuti

Giornata Mondiale degli Oceani: l’infografica

In occasione della Giornata, l’azienda Stampaprint ha realizzato un’infografica per sottolineare quanto sono importanti gli Oceani per la nostra stessa esistenza. E quanto, purtroppo, stiamo contribuendo a distruggerne l’equilibrio naturale.

Basti pensare che ogni anno, finiscono negli oceani 8 milioni di tonnellate di plastica. Un numero destinato a quadruplicare entro il 2050, se non decidiamo di affrontare subito il problema.



Un problema che riguarda tutti noi: nel 90% degli animali marini sono infatti presenti tracce di plastica nelle viscere. Sostanza nociva che finisce inevitabilmente nell’ecosistema e nella catena alimentare di ciascuno di noi.

INFOGRAFICA: Giornata Mondiale degli Oceani
Credit: Stampaprint

1 COMMENTO

  1. super ci sta come articolo ma niente male sarebbe se ce la fanno a pescare tutta la plastica che possono magari un po´alla volta ma si inizia …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here