Home Eventi Fa’ la cosa giusta 2015: iniziative, aree tematiche e laboratori di autoproduzione

Fa’ la cosa giusta 2015: iniziative, aree tematiche e laboratori di autoproduzione

281
0
CONDIVIDI

Manca ormai poco all’attesissimo appuntamento con Fa’ la cosa giusta!,che si terrà a Milano dal 13 al 15 marzo.

Tante le novità che accoglieranno i visitatori di questa edizione, tutte perfettamente in linea con l’anima dell’iniziativa: il consumo critico e gli stili di vita sostenibili.

La fiera sarà divisa in 13 sezioni tematiche:

  1. Mangia come parli,
  2. Vegan,
  3. Pianeta dei piccoli,
  4. Mobilità sostenibile,
  5. Turismo consapevole e percorsi,
  6. Critical fashion,
  7. Abitare green,
  8. Editoria e prodotti culturali,
  9. Pace e partecipazione,
  10. Commercio equo e solidale,
  11. Cosmesi naturale e biologica,
  12. Economia carceraria,
  13. Servizi per la sostenibilità.

A queste, saranno aggiunti 8 spazi speciali:

  1. Green maker,
  2. La via dei teatri,
  3. Volevamo la pace,
  4. Territori resistenti,
  5. Scuole in fiera,
  6. Street food,
  7. Pulci pettinate,
  8. Fa’ la cosa giusta! Umbria.

Ogni sezione, sarà caratterizzata da novità, servizi, idee e progetti.

L’autoproduzione sarà, come sempre, un must della fiera. Tanti i laboratori per imparare a produrre detersivi e detergenti ecologici per la pulizia della casa, cosmetici, ma anche deodoranti per la persona, prodotti per i nostri amici a 4 zampe. Sarà possibile inoltre scoprire i diversi usi di un ingrediente lowcost che tutti abbiamo in casa: il bicarbonato di sodio.

autoproduzione_fa la cosa giusta

Si potrà apprendere come realizzare piatti nutrienti, sperimentare la cucina crudista, e imparare come realizzare il siero di Kefir.

In particolare, i laboratori ospitati nei padiglioni di Fieramilanocity daranno la possibilità di apprendere come:

  • autoprodurre cosmetici, uno dei pochi modi per conoscere con esattezza la provenienza delle materie prime presenti nei prodotti che mettiamo sulla pelle;
  • autoprodurre detersivi, attraverso l’utilizzo di ingredienti ecologici e sicuri destinati non solo alla pulizia delle superfici lavabili della nostra casa, ma anche del bucato o degli elettrodomestici. Un modo per assicurarsi che l’aria che respiriamo non sia impregnata di sostanze chimiche tossiche;
  • realizzare una compostiera, all’interno della quale inserire gli scarti alimentari che andranno a concimare e nutrire il nostro orto;
  • dare nuova vita ai materiali di riciclo che abbiamo in casa;
  • trasformare e svecchiare abiti che non indossiamo più, un modo per combattere la crisi e lo spreco;
  • realizzare prodotti genuini, come ad esempio imparare a creare e a mantenere in vita la pasta madre.

All’interno delle sezioni dedicate, si potrà partecipare a incontri di approfondimento inerenti a diverse aree tematiche.

La Cittadella della pace, ad esempio, ospiterà mostre e approfondimenti sulle guerre che hanno scosso l’ultimo secolo, l’incessante ricerca della pace, la composizione dei conflitti e il superamento dei confini.

Lo spazio dedicato al Welfare territoriale presenterà servizi e progetti che rispondono ai bisogni concreti delle comunità dei singoli territori, trattati da diversi punti di vista.

Prevista anche una sezione dedicata alla Famiglia, con incontri, laboratori creativi e spazi dedicati all’allattamento e al gattonamento, con giochi adatti e cuscini.


Tante le iniziative e i laboratori pensati per i più piccoli, tra cui anche un percorso sensoriale, organizzato da Progetto Salvaraja, che porterà i bambini a scoprire il “bosco nella scatola” con l’ausilio del tatto, distinguere i profumi della natura nelle varie stagioni attraverso l’olfatto, ascoltare e imparare a riconoscere le diverse vocalizzazioni degli animali utilizzando l’udito e, infine, individuare flora e fauna caratteristiche del nostro territorio con la vista.

Non mancheranno, inoltre, workshop dedicati al giardinaggio come “Impariamo a fare i Kokedama”, appuntamento organizzato da Bici&Radici, per imparare l’antica tecnica giapponese che consente di realizzare dei veri e propri complementi d’arredo verdi.

Previsti anche laboratori per imparare a realizzare un “WineBike”, portavino da bici, utilizzando scarti industriali a km 0: teloni di camion e pvc di affissioni pubblicitarie.

Per le aspiranti mamme ci sarà invece un appuntamento ad hoc dedicato all’alimentazione pre-concezionale, pensata per apportare tutti i nutrienti necessari per una gravidanza in piena salute.

Permaggiori informazioni, visitate il sito ufficiale della fiera a questo indirizzo: http://falacosagiusta.terre.it/

(Foto interna: Foto credits Alessia Gatta e Luana Monte)