Home Eventi Domenica 18 maggio: visite gratuite per la Giornata delle Oasi del WWF...

Domenica 18 maggio: visite gratuite per la Giornata delle Oasi del WWF Italia

415
0
CONDIVIDI

Domenica 18 maggio, in tutta Italia, sarà celebrata la Giornata delle Oasi del WWF Italia, il tradizionale appuntamento che, ogni anno, coinvolge migliaia di persone del nostro Paese. Grazie a visite guidate e altri eventi, tutti potranno riscoprire alcuni dei patrimoni naturalistici più preziosi e meglio conservati del nostro territorio, come boschi, paludi, spiagge e campagne.

Sono infatti circa un centinaio le Oasi del WWF che accolgono specie rare o a rischio di animali e piante. Una superficie di circa 35 mila ettari da visitare gratuitamente. Sarà possibile partecipare a eventi, iniziative e manifestazioni ideate per coinvolgere grandi e piccoli, amanti della natura, nella riscoperta del proprio ambiente.

Ci saranno giochi didattici, liberazioni di animali curati e pronti a tornare nel proprio habitat naturale, esposizioni di disegni e fotografie, mercatini con prodotti bio e momenti di condivisione.

Tra le tante attività in programma ci saranno: laboratori scientifici all’Oasi di Macchiagrande sul litorale laziale, messa a dimora piante acquatiche all’Oasi Stagni di Focognano nella piana fiorentina (Campi Bisenzio), attività di birdwatching all’Oasi la Francesca (Carpi).

L’evento di domenica quest’anno è stato organizzato anche grazie al patrocinio del Ministero dell’Ambiente e al sostegno di vari partner.

Sul sito ufficiale del WWF è possibile trovare i diversi programmi delle iniziative, ordinati per regione.

Proprio perché la Giornata delle Oasi è il momento e il luogo più immediato per promuovere il valore e l’importanza di conservare la biodiversità, quest’anno l’evento si ricollega a un’altra iniziativa promossa dal WWF: preservare la foresta Amazzonica e il suo immenso patrimonio naturale.

L’iniziativa, che prende il nome di “Vuoi che l’Amazzonia sparisca? Aiutaci a salvare l’oasi del Mondo”, ha l’obiettivo di promuovere la “Deforestazione Zero” delle aree ancora intatte di questa importantissima zona naturale.

Con il nome “Triangolo Verde dell’Amazzonia”, il WWF ha messo in campo un progetto ambizioso: quello di creare un’ampia zona di tutela naturalistica, con gestione sostenibile delle attività economiche per le popolazioni locali lungo il fiume Putumayo, al confine di 3 stati, Ecuador, Colombia e Perù.

Lì, in quel paradiso di delfini rosa, pappagalli e giaguari, il WWF vuole impedire il taglio illegale della foresta e sostenere le attività delle numerose popolazioni indigene.

La salvaguardia della foresta Amazzonica è un problema di interesse globale: questo luogo, che si estende per 6,7 milioni di km2 di foresta, è uno dei più importanti tasselli del complesso sistema climatico della Terra, capace di immagazzinare 5 volte le attuali emissioni globali di anidride carbonica (responsabile del cambiamento climatico).

Se non si pone subito un limite alla deforestazione, entro 25 anni, l’Amazzonia potrebbe arrivare a un “punto di non ritorno”, con esiti devastanti per tutti.

Dall’1 maggio, e ancora fino al 18 maggio, sarà possibile aderire all’iniziativa mandando un sms o facendo una telefonata da numero fisso al 45505 a supporto della campagna “Vuoi che l’Amazzonia sparisca? Aiutaci a salvare l’oasi del Mondo”.

(Foto: Ana_Cotta)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here