bonus scuola 450 euro

Arriva il bonus scuola di 450 euro: a chi spetta, come ottenerlo e altre importanti aspetti rimarcati dall’Anief

Dopo mesi di didattica a distanza, con la riapertura delle scuole e l’aumento davvero preoccupante dei contagi da Covid-19, l’Anief (Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori) punta al bonus scuola di 450 euro che rappresenterebbe una “svolta” nel sistema scolastico, proprio come avviene già per infermieri e medici.

A chi spetta il bonus scuola di 450 euro e come ottenerlo

Il bonus scuola di 450 euro è un incentivo a cadenza mensile, destinato al personale ATA e agli insegnanti, quindi non agli studenti, per ricompensarli del rischio di contagio da Coronavirus che corrono tutti i giorni esercitando il loro lavoro in un luogo pubblico, di forte assembramento (la scuola), esposti al pericolo costante degli asintomatici.

Insomma, a tali soggetti verrebbe riconosciuto un bonus per rischio biologico e lavoro gravoso.

Il bonus in questione verrebbe erogato direttamente nella busta paga di insegnanti e personale ATA.

bonus scuola 450 euro
Anief: l’associazione sindacale punta ad erogare un bonus mensile a tutela di insegnanti e personale ATA.

Leggi anche:

BONUS TIROIDE: I REQUISITI E COME FARE LA DOMANDA ALL’INPS

ASILI GREEN NEL CUORE DEL TRENTINO

EMERGENZA PIDOCCHI A SCUOLA: COME RIMUOVERLI NATURALMENTE

Com’è strutturato

Il bonus scuola di 450 euro che, oltretutto, potrebbe stimolare i suoi beneficiari a non fare scioperi e a non assentarsi da scuola, farà crescere lo stipendio mensile di insegnanti e personale ATA di 450 euro mensili, così strutturati:

  • 300 euro al mese di indennità per rischio biologico (diaria minima giornaliera di 10 euro)
  • 100 euro erogati dalla Legge di Bilancio
  • 50 euro probabilmente previsti nella prossima nota di aggiornamenti del Def.

L’assegnazione di una diaria minima giornaliera di 10 euro dovrà avvenire, a detta del presidente dell’Anief Marcello Pacifico, partendo dagli over 60 e dai lavoratori potenziamente fragili.

Altri importanti aspetti rimarcati dall’Anief

Ma ci sono altri importanti aspetti che l’Anief , rappresentata da Pacifico, tende a sottolineare:

  • l’insorgenza maggiorata, rispetto ad altre professioni manuali o intellettuali, di Burnout, confermata dalla maggiore vulnerabilità psico-fisica di chi insegna e, in generale, di chi opera nella scuola
  • la necessità di una mobilità straordinaria, con procedure che permettano ai lavoratori di ricongiungersi con le proprie famiglie
  • possibilità, senza superare i 61-62 anni e specie nei casi di lavoratori fragili, di potersene andare in pensione senza penalizzazioni
  • eliminazione dei vincoli per i trasferimenti
  • abolizione dello status di supplente precario

Immagine: proiezionidiborsa.it – investireoggi.it

a chi spetta, bonus scuola da 450 euro, come ottenerlo, covid-19, insegnanti, personale ATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.