bonus ristorazione

Bonus ristorazione: come ottenere il contributo a fondo perduto fino a 10mila euro

Bonus ristorazione: il sostegno è riconosciuto per l’acquisto effettuato dopo il 14 agosto 2020 di prodotti di filiere agricole e alimentari made in Italy.

Il decreto di attuazione del Fondo per la filiera della ristorazione, previsto dal Decreto Agosto (Legge n 126/2020) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, per la richiesta del contributo a fondo perduto c’è tempo fino al 28 novembre. Le domande possono essere presentate online o all’Ufficio Postale.

La domanda riguarda ristoranti, agriturismi, mense, catering, alberghi che potranno richiedere il contributo a fondo perduto – da mille euro e fino a un massimo di 10mila euro – per l’acquisto di prodotti delle filiere agricole e alimentari al 100% Made in Italy, anche Dop e Igp, inclusi quelli vitivinicoli, valorizzando così la materia prima dei territori.

Bonus ristorazione

Il Fondo ristorazione ha una dotazione di 600 milioni di euro. «In questo difficile momento per il mondo della ristorazione – ha sottolineato la ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova – diamo un segnale concreto alle aziende, alle donne e agli uomini che ci lavorano quotidianamente e a tutta la filiera agroalimentare. Garantiamo liquidità immediata e rafforziamo la straordinaria alleanza tra mondo della ristorazione e della produzione».

Requisiti per la domanda:

I codici ATECO interessati alla manovra sono:

  • 56.10.11-Ristorazione con somministrazione
  • 56-10-12-Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
  • 56.21.00-Fornitura di pasti preparati
  • 56.29.10-Mense
  • 56.29.20-Catering continuativo su base contrattuale
  • 55.10.00 Somministrazione di cibo

Uno dei requisiti richiesti è che ci sia stato un calo di fatturato da marzo a giugno 2020 rispetto allo stesso periodo 2019 (almeno il 25%). Non è richiesto tale requisito per chi ha avviato l’attività dal 1° gennaio 2019. Non vi è un ordine di presentazione, basta presentare la domanda entro il 28 novembre sul portale web fino alle 23.59 del sabato stesso o fino all’orario di chiusura di sabato 28 novembre dell’Ufficio postale prescelto.

Le domande possono essere presentate, per l’appunto di persona presso gli Uffici postali, oppure online, collegandosi al sito www.portaleristorazione.it, attivo a partire dal 15 novembre. Se si spedisce tramite ufficio postale è necessario indirizzare il plico (scrivendo l’indirizzo sul plico, in basso a destra) a Centro Servizi Pavia – Servizio Ristoratori – Viale Brambilla 1 – 27100 Pavia. Nella parte in alto a sinistra del plico si indica l’indirizzo completo del mittente dell’assicurata. Qui il modulo editabile

Il contributo va da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 10mila euro, Iva esclusa. Se le richieste saranno superiori alle risorse stanziate, queste saranno distribuite fra i richiedenti in misura percentualmente proporzionale.

Per maggiori informazioni sulle modalità di compilazione della domanda di adesione al fondo o per conoscere lo stato della propria pratica è disponibile il numero verde 800.122.160 (gratuito da rete fissa e mobile), dal lunedì al sabato dalle 08 alle 20.In caso di richieste circa lo stato della pratica inviata, è necessario avere a portata di mano il numero Id della pratica.

bonus ristorazione, fondo perduto


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.