Latte di canapa bio

L’alternativa vegetale da provare: il latte di canapa biologico

Il latte di canapa è una bevanda che si fa apprezzare per il gusto e le proprietà nutritive. Scoprite come prepararlo in casa in modo semplice ed economico.

In tanti ricercano un’alternativa al latte di origine animale, perché soffrono di intolleranze alimentari o perché hanno scelto una dieta priva di grassi animali. Il latte di canapa è una bevanda ancora poco diffusa sugli scaffali dei negozi, anche di quelli specializzati in prodotti di origine vegetale. Però è una bevanda ricca di proprietà nutritive, facile da autoprodurre in casa, in poco tempo e senza una spesa eccessiva.

Tra le altre cose è ricco di proteine, fibre e ferro. Non mancano neanche le vitamine A, D ed E. Viene apprezzato per le sue proprietà antinfiammatorie e nutrienti. Rafforza l’organismo prevenendo diverse malattie.

Le proprietà del latte di canapa

Il latte di canapa biologico è un concentrato di nutrienti che fanno benissimo all’organismo, proteggendolo da numerose malattie. È ricco di acidi grassi come l’Omega 3 e l’Omega 6, di proteine, fibre e ferro. Non mancano  le vitamine: A, D ed E soprattutto. E il calcio è presente in misura maggiore rispetto al latte di mucca (46% contro il 30%).

Questo lo rende una bevanda che stimola il senso di sazietà (aiutando a ridurre gli spuntini fuori pasto) e che regala un carico di energia con cui cominciare bene la giornata.

Latte di canapa: come prepararlo

Come preparare questa bevanda in casa? È presto detto. Dovete procurarvi dei semi di canapa, possibilmente provenienti da agricoltura biologica.

Ormai non è difficile trovarli, anche al supermercato, oppure nei negozi specializzati o su internet. E vi assicurerete di bere un latte al 100% naturale perché fatto con le vostre mani.

Cosa occorre

Ingredienti per 1 litro di latte:
  • 
200 grammi di semi di canapa 
biologica
  • 
Succo di agave, se preferite un sapore più dolce
  • 1,2 litri d’acqua
  •  una banana

Attrezzi:

  • un colino a maglie sottili
  • 1 frullatore
  • 1 ciotola
  • 1 bottiglia di vetro
  • 1 imbuto

Procedimento per il latte di canapa

Il procedimento è molto semplice e veloce. Mettete i semi di canapa in ammollo in un po’ d’acqua. Se sono decorticati, vi basteranno quindici minuti (se invece sono col guscio, ci vorranno 12 ore).

Versate i semi di canapa nel frullatore, aggiungete poco meno della metà dell’acqua e il dolcificante (se lo gradite).

Frullate il tutto, avendo cura di aggiungere pian piano il resto dell’acqua. Continuate per un paio di minuti, finché tutti i semi non saranno ridotti in polpa.

Se preferite una bevanda dalla consistenza più corposa e il gusto più deciso, aggiungete qualche fettina di banana e frullate per un altro paio di minuti.

A questo punto c’è l’operazione di filtraggio grazie all’utilizzo di un colino. Va conservato in frigo, al massimo per 3 giorni, ben sigillato e preferibilmente in una bottiglia di vetro.




Il latte di canapa a questo punto è pronto. Potete gustarlo così com’è, oppure utilizzarlo come base per frullati o dolci fatti in casa.

 LEGGI ANCHE: Il potere curativo ed energetico racchiuso nei semi di canapa

Foto: Pinterest 

alternativa al latte, canapa, latte di canapa, semi di canapa proprietà


Carmen Guarino

Laureata in Cooperazione internazionale allo sviluppo, sono sempre stata interessata all’economia sostenibile. Nel tempo mi sono appassionata alla naturopatia, e all’alimentazione che resta per me la più importante medicina naturale. Mi piace sperimentare ricette ai fornelli vegetariane e vegane. Altro su di me? Ho due cani magnifici: Neve e Muna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter