salpa maggiore pesce trasparente

Salpa maggiore: animale trasparente “ecologico” che cattura la CO2

Il nome scientifico è ‘Salpa maggiore‘. Appartiene alla famiglia delle salpide.Le specie di questa famiglia si muovono in modo molto curioso, restringendosi e pompando acqua. Per questo hanno due fori attraverso i quali l’acqua scorre dentro e fuori, scorrendo attraverso il loro corpo. Con il pompaggio, le creature filtrano anche il loro cibo, il fitoplancton.

Le salpe maggiori sono animali che vivono nel mare e sono molto simili alle meduse. Hanno un corpo semitrasparente e galleggiante. Si nutrono di fitoplancton e hanno la particolarità di catturare la CO2, motivo per cui sono stati pensati per combattere il cambiamento climatico e l’effetto serra.

Salpe: pesci comuni in molti oceani

La specie è comune in diversi oceani. Si trovano in acque equatoriali, subtropicali, temperate e fredde. La maggiore concentrazione è nell’Oceano Antartico, vicino all’Antartide.

Sono animali capaci di unirsi in file di oltre un chilometro. Possono assorbire circa 4.000 tonnellate di CO2 al giorno! Questa qualità è molto rilevante per il pianeta, poiché potrebbe ispirare in qualche modo a ridurre l’effetto serra.

Salpa Fusiformis nel Mediterraneo

Sulle coste calabresi in particolare nelle calde acque dello Ionio questa estate si stanno diffondendo questi organismi che sembrano di plastica trasparente. Non sono meduse.. né pesci. È un tunicato chiamato “Salpa Fusiformis”. Non sono urticanti o pericolosi, formano colonie e sono ermafroditi.

Si nutrono di fitoplancton e le loro colonie sono in grado di catturare 4000 Tn di CO2 ogni giorno e accumularli in mare: stanno contribuendo pertanto a pulire l’ambiente. Non fategli del male. Sono innocui…

immagine di subacqueo e pesce trasparente

Animali multicellulari

Le salpe sono considerate animali multicellulari. E si riproducono rapidamente. Sono in grado di raddoppiare il loro numero più volte al giorno.

Secondo il ricercatore Alvaro Esteves Migotto, del Centro di Biologia Marina dell’Università di São Paulo (USP), si tratta di un animale conosciuto informalmente come “salpa”, appartenente alla classe dei  Thaliacea . Alvaro Esteves spiega:

Questi animali non hanno nomi popolari da queste parti. I biologi li chiamano genericamente ‘salpas’”. “Salpa” è il nome che identifica un genere di animali all’interno di questo gruppo, ma la nomenclatura finisce per essere usata per riferirsi all’intero gruppo.

LEGGI ANCHE:

Moria di pesci in Africa: si teme carestia alimentare per un milione di persone

Pesci della barriera corallina minacciati: il lato oscuro dietro il commercio ittico

Pangasio: ecco perché è nocivo per la tiroide e, in generale, per la salute umana

Tilapia: cosa si nasconde dietro al pesce più consumato al mondo


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto