Home Animali Antipulci per cani sono davvero sicuri?

Antipulci per cani sono davvero sicuri?

973
0
CONDIVIDI

Uno dei problemi che affligge chi possiede un animale domestico è quello di dover fare i conti con le infestazioni di pulci e altri parassiti. Proprio per questo, in commercio, esistono diversi prodotti: gocce, lozioni, collarini creati appositamente per trattare queste problematiche. Ma quanto sono sicuri?

All’interno di molti prodotti antiparassitari per animali sono infatti contenuti diversi ingredienti chimici. Insetticidi ad ampio spettro che potrebbero non essere completamente innocui per i nostri amici a quattro zampe. Tra questi, uno dei più conosciuti è il fipronil, o fluocianobenpirazolo.

In genere, nei prodotti antiparassitari presenti in commercio il fipronil è usato come principio attivo a una concentrazione di circa il 9.8%, da solo o insieme al (S) -metoprene, un repellente per pulci e zecche.

rimedi pulci

Il Fipronil, come abbiamo detto precedentemente, è un pesticida ad ampio raggio. Secondo Pesticide.org: “Fipronil ha un meccanismo d’azione diverso rispetto a molti insetticidi comuni. Si tratta di una molecola estremamente attiva. Negli insetti, sconvolge il sistema nervoso nel cervello e nel midollo spinale, interferendo con la capacità di queste cellule di trasmettere gli impulsi nervosi. Il risultato è l’attività incontrollata che porta alla morte dell’insetto.”

C’è però chi sospetta che l’utilizzo di questa sostanza non sia completamente sicura per cani e gatti. Nelle diverse analisi di laboratorio effettuate, sembra che in alcuni casi il fipronil abbia causato tumori della tiroide in ratti sia maschi che femmine.

Negli animali da laboratorio, questa sostanza avrebbe provocato danni renali, alterazioni significative della funzionalità tiroidea e comportamento aggressivo. L’EPA statunitense ha classificato fipronil come possibile (Classe C) cancerogeno per l’uomo proprio a causa dello sviluppo di entrambi i tumori tiroidei benigni e maligni in animali da laboratorio esposti ad esso.

In un articolo comparso qualche tempo fa sul blog del Veterinario Alessandro Prota, si parla di una serie di effetti collaterali causati da questa sostanza su numerosi animali.


In particolare, ci si riferisce a:

  • Danni al sistema nervoso. Fipronil è una neurotossina, che provoca danni al sistema nervoso delle pulci. Sui cani può causare sintomi come convulsioni, spasmi del corpo, perdita di appetito, andatura instabile e altri effetti.
  • Predisposizione al cancro.
  • Danni agli organi. In questo caso, Prota fa riferimento ad autopsie che avrebbero mostrato un accumulo di Fipronil nel fegato e reni del cane, provocando un aumento del peso degli organi.
  • Infertilità.  Sembra che il suo utilizzo abbia portato a dimensioni di cucciolate più piccole, difficoltà nel concepimento, diminuzione di peso e aumento della mortalità nella prole.
  • Problemi cutanei.  L’uso di questa sostanza può causare irritazione alla pelle del cane.

Per evitare questi effetti collaterali, il medico suggerisce di ricorrere agli antiparassitari solo in casi estremi, facendo affidamento principalmente su prodotti naturali come l’olio di Neem. Noi abbiamo già trattato il tema degli antiparassitari per animali. Al link trovate una serie di rimedi naturali utili ad allontanare le pulci dai cani http://ambientebio.it/rimedio-naturale-contro-le-pulci-per-i-nostri-cani/ e dai gatti: http://ambientebio.it/come-allontanare-le-pulci-dai-gatti-in-modo-naturale-e-non-tossico/

(Foto in evidenza: static3.shop033; foto interna: pad2.whstatic)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here