Home Animali 13mila km in un battito d’ali: la storia d’amore di Klepetan e...

13mila km in un battito d’ali: la storia d’amore di Klepetan e Malena

347
0
CONDIVIDI

Cosa sono 13 mila chilometri quando c’è di mezzo l’amore? Nulla, almeno per un simpatico e ostinato volatile di nome Klepetan.

Klepetan e Malena sono due esemplari di cicogna che, ogni anno, con l’arrivo della primavera, si ricongiungono in Croazia per accoppiarsi.

Dal Sud Africa all’Europa, Klepetan, da 12 anni a questa parte, percorre 13 mila chilometri per incontrarsi con la sua amata che, a causa di una vecchia ferita, non può seguirlo durante la lunga traversata stagionale.

Malena, dal canto suo, trascorre gli inverni sul tetto della casa di un anziano bidello pensionato, Stjepan Vokic, aspettando con pazienza che il suo amato ritorni da lei. Vokovic ha iniziato a prendersi cura della cicogna, da quando alcuni cacciatori l’hanno colpita gravemente a un’ala, procurandole la ferita che le impedisce di volare.

Ogni anno, afferma Vokic, Klepetan è il primo ad arrivare. “Quest’anno Klepetan è arrivato con dodici ore di anticipo rispetto al solito, mi ha svegliato ieri mattina presto, io e Malena lo aspettavamo per oggi” afferma il bidello al giornale Jutarnji list.

Negli altri nidi, aggiunge, le cicogne torneranno tra cinque o sei giorni, ma lui arriva sempre prima, perché sa che Malena lo aspetta con impazienza.

Klepetan, pur non sottraendosi alla sua natura che lo chiama lontano, ogni anno, mantiene la sua promessa con lo stesso amore e fervore di sempre. Malena, ogni anno, lo accoglie, senza complessi né rimpianti, amandolo, ancora una volta, di un amore semplice, fedele.

Entrambi sono riusciti a trovare un modo per dare un senso di eternità al loro amore, tranquillamente, senza troppi complessi o problemi.

Ad ogni primavera, questa storia riceve una grande attenzione mediatica. Secondo Mirjana Krizmanic, una psicologa croata, autrice di libri self-help: “È un bene che sia così perché si tratta di una bellissima storia, che spesso manca nei titoli di stampa dedicati a noi esseri umani, ed è giusto che la gente riconosca il suo fascino” e, magari, impari qualcosa in più.

(Foto: novilist.hr)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here