Stella di Natale

La “Stella di Betlemme”in cielo il 21 dicembre 2020: evento raro per la terza volta nella storia

Stella di Natale” o ” Stella di Betlemme “: il 21 dicembre 2020, la data del solstizio di dicembre, Saturno e Giove si allineeranno in una bellissima stella luminosa, un evento raro tanto che, la prima volta in cui si sono disposti in questo modo i Pianeti, risale al medioevo.

Questi due pianeti si sono allineati nel Sistema Solare poche settimane fa , ma il 21 dicembre appariranno allineati a noi sulla Terra. La nostra linea di vista è diversa perché orbitiamo rapidamente attorno al Sole.

Leggi anche —> Apophis: scoperto il nuovo asteroide che passerà vicino alla Terra

Secondo la rivista Forbes , i due pianeti sembreranno un “doppio pianeta” e forniranno una straordinaria quantità di luce. L’ultima volta che questi due pianeti si sono allineati in questo modo è stato il 4 marzo 1226, secondo l’astronomo Patrick Hartigan della Rice University.

“Gli allineamenti tra questi due pianeti sono piuttosto rari, si verificano una volta ogni 20 anni circa, ma questa congiunzione è eccezionalmente rara a causa di quanto i pianeti appariranno vicini l’uno all’altro. Si dovrebbe tornare indietro fino a prima del 4 marzo 1226, per vedere un allineamento più ravvicinato tra questi pianeti visibili nel cielo notturno “, ha detto Hartigan in una dichiarazione.

Lo spettacolare avvistamento sarà visibile da qualsiasi parte della terra.

“I pianeti appariranno bassi nel cielo occidentale per circa un’ora dopo il tramonto se visti dall’emisfero settentrionale, e anche se saranno i più vicini il 21 dicembre, puoi guardare ogni sera in quella settimana. Sebbene la vista affonderà verso l’orizzonte, sarà abbastanza luminosa da essere vista al crepuscolo. Tutto ciò di cui hai bisogno è una visuale libera a sud-ovest e guardare a sud-ovest da circa 45 minuti dopo il tramonto dove ti trovi “, afferma Forbes.

Per catturarlo nel cielo notturno, avrai bisogno almeno di un normale telescopio. Ma per una visione più luminosa, il telescopio di un astronomo o il feed di un telescopio universitario funzionerebbero sicuramente meglio, per vedere questa Stella di Natale luminosa.

Allineamenti come questi, chiamati “congiunzioni” non sono necessariamente rari, ma alcuni di essi sono incredibilmente rari o si verificano solo una volta ogni centinaia di anni. Gli astronomi ipotizzano che la Stella di David di cui parla Matteo fosse una tripla congiunzione eccezionalmente rara tra Saturno, Giove e Venere. Uno di questi astronomi era Johannes Kepler, uno dei più grandi astronomi di tutti i tempi.

Stella di Natale: ma perchè questo evento da speranza a molti e in particolare ai credenti?

La notizia di questa cosiddetta “stella di Natale” ha acceso speranza ed eccitazione per i credenti di tutto il mondo. 

Ma qual è il significato di questo corpo celeste, a parte il fatto che ha diretto i pastori (e alla fine i Magi) a Betlemme? Le stelle sembrano svolgere più ruoli in tutta la Scrittura. Analizziamo alcuni versi in cui giocano un ruolo importante.

Matteo 24:29 : “ Immediatamente dopo la tribolazione di quei giorni il sole sarà oscurato, e la luna non darà la sua luce, e le stelle cadranno dal cielo, e le potenze dei cieli saranno scosse. “

Matteo 2: 1-2 “ Ora, dopo che Gesù nacque a Betlemme di Giudea ai giorni del re Erode, ecco, uomini saggi dall’est vennero a Gerusalemme, dicendo:“ Dov’è colui che è nato re dei Giudei? Perché abbiamo visto la sua stella quando è sorta e siamo venuti per adorarlo “.

La stella posta sopra il luogo di nascita di Gesù indica la via ai Magi per trovarlo. Sebbene molti teologi abbiano ipotizzato su quali fenomeni astronomici si siano verificati con questa stella (inclusa la congettura che Saturno e Giove si fossero allineati per formare la luce brillante), la stella porta chiaramente le persone a Gesù. Illumina la strada per lui. Pertanto, quando i credenti hanno sentito parlare della stella di Natale del 2020, si sono comprensibilmente entusiasti dei paralleli. 

Può sembrare una sorpresa che così tanti cristiani sembrino così coinvolti nell’allineamento di due pianeti vicino al periodo del Natale. Perché è così?

Per la risposta a questo, dobbiamo rivolgerci alla Scrittura.

Genesi 2: 1 “Così furono completati i cieli e la terra e tutte le loro schiere”.

Prima di tutto, Dio ha creato i cieli  e il nostro pianeta. Ciò include ogni stella maculata che vediamo nel cielo notturno.  Certamente  saremmo investiti nella bellezza della creazione che il nostro Creatore ha formato per noi. 

Luca 21:25 : “Ci saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra sgomento fra le nazioni, perplesso al fragore del mare e delle onde”.

Uno dei segni chiave che abbiamo raggiunto gli eventi che si verificano in Apocalisse si verifica a livello di disastro naturale e tramite segni nel cosmo. I cristiani si entusiasmano per i segni astronomici perché ci ricordano che Cristo verrà di nuovo per rimettere a posto il mondo.

Apocalisse 8:12 “Il quarto angelo suonò, e un terzo del sole e un terzo della luna e un terzo delle stelle furono colpiti, in modo che un terzo di loro si oscurasse e il giorno non brillasse per un terzo del e la notte allo stesso modo“.

Alla fine dei giorni, vedremo i segni nel cielo del sole che si oscura, la luna che diventa rosso sangue e le stelle che cadono come fichi. La Scrittura ci ha detto di vegliare con attenzione per il Giorno del Signore, e quando vedremo questi segni, saremo pronti per quel giorno. 

In conclusione credenti o meno speriamo che questo evento possa dare speranza a molti in un nuovo perioco, visto l’attuale che abbiamo e stiamo affrontando con grandi difficooltà, anche perchè questa grande congiunzione non si ripeterà fino al 15 marzo 2080.

pianeti, stella di natale, stella luminosa


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.