Home Green Economy Urbanana, la piantagione di banane a Parigi

Urbanana, la piantagione di banane a Parigi

430
0
CONDIVIDI

Lo studio di architettura francese SOA sta sviluppando un progetto per creare una serra in grado di ospitare piante tropicali a Parigi e produrre un raccolto di banane. Un giardino tropicale urbano nel clima fresco di Parigi.

Il progetto si chiama Urbanana (unione dei rifiuti urbani e banana) ed è un sei piani giardino verticale e coperto con vetro per creare l’effetto serra. Inoltre, è stato progettato in modo che l’installazione in edifici esistenti è facile.

Secondo i responsabili per la progettazione, la logica di progettazione per Tropical Farm a Parigi è quello di impedire il trasporto di merci, in quanto incide sul prezzo dei prodotti e danneggia anche l’ambiente dalle emissioni di CO2 causate dal trasporto fatturato.

Per attuare l’idea sono stati presi due edifici residenziali. Si tratta di una scatola di vetro contenente un interno verde, pieno di alberi da frutto che crescono in condizioni ottimali, con l’aiuto supplementare di illuminazione artificiale. Il livello più basso permette l’accesso del pubblico e ha una superficie espositiva è anche un laboratorio di ricerca e un ristorante. Il resto va ai piantagioni, disposti in diversi gruppi per controllare tutte le fasi di maturazione.
Gli architetti ritengono che Urbanana può servire anche a promuovere la banana in una città come Parigi. Le banane sono venduti in tutto il mondo, ma crescono solo in climi tropicali. Urbanana crescerà questo frutto per i parigini possono godere di una vasta gamma di varietà con diversi sapori e consistenze. Si tratta di un modo di promuovere il dibattito sulla presenza eccessiva di frutti tropicali (ricco) i paesi del Nord.

Se l’idea si muove in altre città e altri alimenti tropicali sono coltivati, l’impatto ambientale del trasporto di frutta in tutto il mondo sarebbe ridotto e quindi anche le emissioni di gas a effetto serra che contribuiscono al cambiamento climatico.

 

Fonte “ecologiaverde”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here