gas serra

Nutrire il bestiame di alghe riduce le loro emissioni di gas serra dell’82%

Gas serra: Un pò di alghe nel mangime per bovini potrebbe ridurre le emissioni di metano dai bovini da carne fino all’82%, secondo le nuove scoperte dei ricercatori dell’Università della California, Davis. I risultati sono stati pubblicati in questi giorni sulla rivista PLOS ONE.

“Ora abbiamo solide prove che le alghe nella dieta del bestiame sono efficaci nel ridurre i gas serra e che l’efficacia non diminuisce nel tempo”, ha affermato Ermias Kebreab, professore e presidente Sesnon Endowed del Dipartimento di scienze animali e direttore del World Food Center.

“Questo potrebbe aiutare gli agricoltori a produrre in modo sostenibile la carne bovina e i latticini di cui abbiamo bisogno per nutrire il mondo”, ha aggiunto Roque.

Nel corso di cinque mesi la scorsa estate, Kebreab e Roque hanno aggiunto scarse quantità di alghe alla dieta di 21 bovini da carne e hanno monitorato il loro aumento di peso e le emissioni di metano. I bovini che hanno consumato dosi di circa 80 grammi (3 once) di alghe hanno guadagnato tanto peso quanto i loro compagni di mandria mentre eruttavano l’82% in meno di metano nell’atmosfera. Kebreab e Roque stanno sviluppando il loro precedente lavoro con i bovini da latte, che è stato il primo esperimento al mondo a cui è stato riferito di utilizzare alghe nei bovini.

I gas serra sono una delle principali cause del cambiamento climatico e il metano è un potente gas serra. L’agricoltura è responsabile del 10% delle emissioni di gas a effetto serra negli Stati Uniti e la metà di queste proviene da mucche e altri ruminanti che eruttano metano e altri gas durante il giorno mentre digeriscono foraggi come erba e fieno.

Poiché i bovini sono la principale fonte agricola di gas serra, molti hanno suggerito che le persone mangiano meno carne per aiutare ad affrontare il cambiamento climatico. Kebreab guarda invece alla nutrizione del bestiame.

“Solo una piccola parte della terra è adatta alla produzione agricola”, ha spiegato Kebreab. “Molta più terra è adatta solo per il pascolo, quindi il bestiame gioca un ruolo vitale nel nutrire i 10 miliardi di persone che presto abiteranno il pianeta. Poiché la maggior parte delle emissioni di metano del bestiame proviene dall’animale stesso, l’alimentazione gioca un ruolo importante nella ricerca di soluzioni. “

Nel 2018, Kebreab e Roque sono stati in grado di ridurre le emissioni di metano delle vacche da latte di oltre il 50% integrando la loro dieta con alghe per due settimane. Le alghe inibiscono un enzima nel sistema digerente della mucca che contribuisce alla produzione di metano.

Nel nuovo studio, Kebreab e Roque hanno verificato se tali riduzioni fossero sostenibili nel tempo dando alle mucche un tocco di alghe ogni giorno per cinque mesi, dal momento in cui erano giovani nella gamma fino agli ultimi giorni nel lotto di mangime.

Inoltre, gli scienziati stanno studiando modi per coltivare il tipo di alghe – Asparagopsis taxiformis – che il team di Kebreab ha utilizzato nei test. Non ce n’è abbastanza in natura per un’ampia applicazione.

Un’altra sfida: in che modo gli allevatori forniscono integratori di alghe al bestiame al pascolo in libertà? Questo è l’argomento del prossimo studio di Kebreab.

allevamento di bestiame, cambiamento climatico, gas serra


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto