Home Ambiente L’oro che uccide i bambini in Nigeria

L’oro che uccide i bambini in Nigeria

637
0
CONDIVIDI

E’disumano come queste situazioni possano ancora esistere. Incomprensibile come il Dio denaro soggioghi talmente tanto le persone da dimenticare il valore della vita e il rispetto per l’ambiente, sfruttando l’innocenza e la povertà nei paesi più poveri.

Centinaia di bambini in uno stato situato nel nord-ovest della Nigeria, Zamfara, sono morti a causa delle miniere d’oro che sono gestite nella regione. Negli ultimi due anni ne hanno ucciso più di 400. Inoltre, migliaia di bambini sono a rischio di disabilità, in quanto sono stati avvelenati dal piombo, utilizzati nel processo di estrazione.

Il mancato rispetto di norme di sicurezza nel settore minerario e la mancanza di macchine low-tech sono le cause principali di questo disastro umano. Secondo Medici Senza Frontiere, è la peggiore epidemia di esposizione al piombo nella storia moderna.

Le proporzioni del problema in Nigeria sono una vergogna per l’umanità. I pericoli sono ben noti. Chi opera in questo ramo spesso lo fa illegalmente e effettua un lavoro manuale di macinazione della roccia per l’estrazione dell’oro, un processo in cui viene utilizzato il piombo.

Medici Senza Frontiere, nei primi mesi del 2010, ha avvertito che in Zamfara stava aumentando la mortalità infantile nei bambini sotto i cinque anni. In un primo momento, hanno pensato che potrebbe essere stato un focolaio di malaria, meningite e tifo. Ma i bambini non rispondevano alle medicazioni, così hanno iniziato a fare esami del sangue. Hanno trovato che i bambini avevano livelli di piombo nel sangue di decine o addirittura centinaia di volte superiore a quella consentita dalle norme di sicurezza internazionali.

Più di 2.000 bambini sono stati trattati con terapia di chelazione. Ma molti altri continuano ad essere avvelenati da esposizione al piombo polvere.

Sfruttamento su scala ridotta e di altre attività industriali creati contaminazione da piombo che colpiscono i bambini di tutto il mondo. Alcune aree con alti livelli di piombo trovati in Australia, Brasile, India o il Messico.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e altri partner che lavorano con le autorità statali e regionali per affrontare la situazione. Ma non può essere risolto senza cambiare le cattive pratiche minerarie e si devono seguire delle regole che impediscano la contaminazione dell’ambiente con conseguente contaminazione nell’uomo.

 

 

Articolo originale 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here