La UE chiede auto poco inquinanti

Secondo indiscrezioni l’Unione Europea starebbe studiando un piano che imporrebbe alle case automobilistiche di realizzare entro il 2020, veicoli con un terzo delle emissioni attuali. E a partire poi dal 2025-2030 le restrizioni diventerebbero ancora più severe. Una scelta che piace agli ambientalisti. Il documento, che dovrebbe essere approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio d’Europa il prossimo anno, impone di portare le emissioni dei veicoli a 95 grammi di CO2, per ogni km percorso, contro i 140 g di CO2 rilasciati attualmente.

Una quota destinata a ridursi a breve visto che, entro il 2015, le case automobilistiche dovranno obbligatoriamente ridurla a 130 gr. CO2/km.

Per i produttori che non riusciranno ad adeguare le vetture entro i termini stabiliti sono previste sanzioni di 95 euro per ogni grammo in più emesso da ciascun veicolo. In base ai calcoli della Commissione, le nuove disposizioni farebbero risparmiare agli automobilisti europei circa 25 miliardi di euro all’anno.

 

Fonte”green business”

auto meno inquinanti, emissioni di CO2, ridurre emissioni


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto