alghe fitodepurazione inquinamento atmosferico

Inquinamento atmosferico: un rivestimento di alghe lo trasforma in ossigeno puro

Trasformare l’inquinamento atmosferico in ossigeno è sempre stato, negli ultimi anni, un sogno per molti,  ora sembra essere possibile grazie a questi nuovi rivestimenti creati da un consorzio con sede nel Regno Unito.

Progetto di fitodepurazione con alghe

Il loro progetto sta dimostrando come un’installazione di tende a base di alghe possa aiutare gli edifici a rendere l’aria pulita.

Questa interessante soluzione è stata creata da Photo.Synth.Etica – un gruppo collaborativo composto da ecoLogicStudio , Urban Morphgenesis Lab dell’UCL e Synthetic Landscapes Lab dell’Università di Innsbruck – il loro sistema si chiama AlgaeClad e cattura l’anidride carbonica dall’atmosfera e la immagazzina in tempo reale.

Secondo gli architetti Claudia Pasquero e Marco Poletto di ecoLogicStudio, le tende algali di grandi dimensioni sono componenti architettonici, in grado di immagazzinare la stessa quantità di CO2 di venti alberi di grandi dimensioni (circa un chilogrammo di CO2 al giorno):

“AlgaeClad è il rivestimento in ETFE per la prima volta al mondo . Richiede molto meno supporto strutturale e la sua impronta di carbonio potrebbe essere 80 volte inferiore rispetto a un sistema equivalente in vetro. Questo lo rende particolarmente adatto per progetti di retrofit.

La nostra partnership con UCL ci consente di sviluppare una combinazione unica di filamenti di alghe ingegnerizzati e cuscini in ETFE fabbricati digitalmente, che conferisce al sistema eccezionale resistenza, bassa manutenzione e idoneità per ambienti urbani densi. [..]

Progettato per essere integrato in edifici esistenti e nuovi, è composto da moduli 16.2 x 7 metri (53 x 23 piedi), ognuno dei quali funziona come un fotobioreattore – un contenitore in bioplastica progettato e realizzato digitalmente – utilizzando la luce del giorno per nutrire il micro vivente -le colture galattiche e il rilascio di ombre luminescenti durante la notte.”

fitodepurazione
Esempio diretto di fitodepurazione di ambienti commerciali e uffici

Installazioni del progetto

In collaborazione con Climate-KIC, questo prototipo di sistema di rivestimento “bio-smart” è stato installato in un edificio a Dublino, in Irlanda, all’inizio di quest’anno per il Climate Innovation Summit.

Il sistema funziona facendo in modo che l’aria non filtrata arrivi in ​​basso. Quest’aria inquinata si fa strada attraverso la tenda, entrando in contatto con i microbi delle alghe verdi, che catturano e immagazzinano le molecole di CO2.

Durante tutto il processo, l’ossigeno fresco viene creato attraverso la fotosintesi e rilasciato in cima al sipario. Alla fine, la biomassa algale del sipario può anche essere raccolta come materiale per creare altri prodotti.

Articoli correlati
Inquinamento e rischi per la salute nei bambini

L’inquinamento provoca il diabete tipo 2. Lo studio

Tillandsia, la pianta che depura naturalmente l’ambiente

alghe, co2, fitodepurazione, inquinamento atmosferico, produzione ossigeno, progetto dublino


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto