borracce di bambù

L’India promuove le borracce di bambù per sostituire le bottiglie di plastica dei turisti

Già dal 2016 la regione del Sikkim aveva imposto un divieto assoluto di acqua potabile confezionata.

Lachen, una pittoresca cittadina nel Sikkim, sta promuovendo borracce e bottiglie di bambù tra i turisti. La città era stata in precedenza alla ribalta delle cronache per il divieto completo di plastica monouso.

Con una popolazione di circa 2.500 abitanti, Lachen attira centinaia di migliaia di turisti ogni anno. Mentre il turismo è in aumento, così anche le bottiglie di plastica lasciate dai turisti hanno spinto i cittadini a vietare completamente l’uso di acqua potabile confezionata.

Ora, per incoraggiare l’uso di bottiglie d’acqua eco-compatibili, la città ha deciso di introdurre borracce di bambù.

Le bottiglie provengono dall’Assam attraverso il deputato Sikkim Rajya Sabha Hishet Lachungpa. Per inciso, il Sikkim è stato il primo stato in India a introdurre misure restrittive contro l’uso della plastica nel 1998. Nel 2016 è stato imposto un divieto assoluto sull’acqua potabile confezionata.

Ai turisti in visita a Lachen è stato chiesto di lasciare le loro bottiglie di plastica all’esterno dello stato o di trasferire l’acqua in bottiglie riutilizzabili disponibili nella maggior parte dei negozi.

Le bottiglie di bambù verranno lanciate durante il festival Lachen Losar entro la fine dell’anno. Finora, la città ha fatto un ordine per 1.000 bottiglie. 


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.