Incentivi fino a 5.000 euro per l’acquisto di un’auto elettrica o ibrida

Fino a 5.000 euro di incentivi dal 2013 per l’acquisto di un’auto elettrica o ibrida che producano emissioni inquinanti non superiori a 50 g/Km CO2, e fino a 1.200 euro, per i veicoli che producano emissioni superiori a 50 g/Km CO2 e non superiori a 95 g/Km CO2; li prevede il testo unificato adottato dalle Commissioni Trasporti e Attività Produttive della Camera il cui esame da parte dell’Aula dovrebbe aversi nel prossimo mese di Giugno.

Gli incentivi, distribuiti su tre annualità, saranno a scalare fino al 2015. Lo stanziamento previsto è di 420 milioni; si prevede anche un piano nazionale infrastrutturale che consenta l’istallazione di punti di ricarica e tariffe agevolate per incentivare il mercato. A predisporre il testo esaminato dalla Commisisione sono stati Deborah Bergamini del Pdl e Marco Maggioni della Lega: La deputata del Pdl ha sottolineato durante il suo intervento in Commissione che “il nuovo testo elaborato dai relatori deriva prevalentemente dall’individuazione di una nuova forma di copertura finanziaria del provvedimento, identificata nell’accantonamento del Fondo speciale di conto capitale di competenza del Ministero dell’ambiente”.

Nel nostro Paese lo scorso anno sono state immatricolate 302 auto elettriche e 5.127 auto ibride (fonte Unrae), in calo le immatricolazioni nei primi mesi del 2012. Frenano il mercato i costi delle vetture e la mancanza di una rete efficiente per i rifornimenti.

 

Gino Favola

“Andrakonos”

auto elettrica, auto ibrida, incentivi statali, incentivi statali 2013, punti ricarica auto, ricariche elettriche, taxi elettrici, veicoli elettrici


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]