Home Sostenibilità Eliminare le auto private entro il 2025. Ecco la mobilità on demand...

Eliminare le auto private entro il 2025. Ecco la mobilità on demand di Helsinki

286
0
CONDIVIDI

Eliminare quasi completamente le auto private dalle strade della città, per abbattere i problemi di traffico e smog. Entro il 2025. È questo il progetto ambizioso a cui punta Helsinki, la capitale della Finlandia che ha deciso di abbracciare tecnologia e mobilità sostenibile insieme.

Alla base dell’iniziativa promossa dal Governo si pone il concetto di mobilità on demand. Una piattaforma, infatti, consentirà al cittadino di poter usufruire di differenti servizi per spostarsi all’interno della città: dal bike sharing, all’auto condivisa, fino ai trasporti pubblici e ai traghetti.

Un’app disponibile su smartphone, infatti, renderà possibile scegliere la modalità di trasporto che maggiormente si adatta alle proprie esigenze. Il cittadino potrà selezionare il percorso migliore e vagliare le diverse offerte, scegliendo la soluzione più veloce o economica. La soluzione sarà fruibile dietro pagamento della quota necessaria all’attivazione del servizio.

Il piano, che dovrebbe entrate a pieno regime entro il 2025, si basa sull’ormai ampia diffusione della tecnologia, in particolare gli smartphone, tra i cittadini finlandesi. Una mobilità on demand che può essere visualizzata, scelta e pagata attraverso una semplice applicazione, fruibile soprattutto dalle generazioni più giovani, maggiormente tecnologiche, sensibili all’ambiente e più inclini ad adattarsi.

I potenziali passeggeri indicano il punto in cui vorrebbero salire e quello in cui vorrebbero scendere. Un sistema automatico aggrega le varie esigenze e segnala un percorso che cerca di venire incontro nel modo migliore alle richieste effettuate.

Nella città è già stato lanciato il prototipo di questa iniziativa, il Kutsuplus. Attraverso questo servizio è possibile stabilire anche un punto di raccolta per i pendolari che si spostano nella stessa direzione. I costi sono abbattuti attraverso il noleggio di un minibus condiviso, in modo che le tariffe vengano a costare meno di un taxi e poco più di un biglietto dell’autobus.

Il modello di trasporto integrato vero e proprio inizierà invece ad essere sperimentato alla fine di quest’anno, nella zona di Vallila. La realizzazione avverrà grazie anche alla collaborazione di alcune aziende della zona, che hanno deciso di unire le forze per aiutare i dipendenti a raggiungere il posto di lavoro con mezzi alternativi all’automobile.

In un secondo momento, una volta testata la fattibilità del progetto, l’iniziativa verrà estesa anche al quartiere di Kalasatama.

Questo non significa che sarà vietata l’auto individuale, ma che per gli spostamenti quotidiani, grazie al miglioramento del servizio pubblico e alla mobilità on demand, non sarà più necessario prendere la propria macchina e rimanere imbottigliati nel traffico per raggiungere il proprio luogo di lavoro.

(Foto: kutsuplus)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here