Home Energia El Hierro l’isola spagnola alimentata al 100% da energia rinnovabile

El Hierro l’isola spagnola alimentata al 100% da energia rinnovabile

570
0
CONDIVIDI

L’autosufficienza energetica è un sogno per molte persone con una mente orientata alla sostenibilità. Un sogno che presto potrebbe diventare realtà nella più piccola delle isole Canare in Spagna, El Hierro. Qui, vento e acqua garantiranno la sussistenza di 10mila famiglie.

El Hierro è una piccola isola facente parte dell’arcipelago delle Canarie, in Spagna. Questo piccolo luogo, ben presto, potrebbe diventare un esempio di sostenibilità da emulare.

Alla fine di giugno, infatti, aprirà un parco eolico che, inserito all’interno di un progetto energetico ad ampio respiro, potrebbe garantire il 100% della sufficienza energetica necessaria al fabbisogno dell’isola.

In particolare, sulla punta nord orientale dell’isola, vicino alla capitale Valverde, sono attualmente in costruzione cinque turbine eoliche, che saranno capaci di generare una capacità totale di 11,5 Megawatt.

La potenza creata, a detta degli esperti, dovrebbe essere più che sufficiente per rispondere alle esigenze dei suoi 10mila abitanti circa.

Il sistema energetico sarà completamente scollegato da reti elettriche esterne e combinerà insieme l’energia proveniente dalle pale eoliche, a quella idroelettrica.

Il procedimento dovrebbe essere semplice: l’energia accumulata in eccesso dalle turbine sarà utilizzata per pompare acqua in un serbatoio situato vicino al cratere vulcanico, a circa 700 metri al di sopra del livello del mare.

Questo consente, in caso di vento insufficiente, di compensare l’elettricità mancante dall’azione delle pale eoliche, con quella prodotta attraverso l’acqua che sarà convogliata verso il serbatoio inferiore, facendo muovere le turbine e generando quindi energia pulita.

Secondo i funzionari, questo nuovo impianto aiuterà a tagliare 18.700 tonnellate di emissioni di anidride carbonica all’anno, eliminando il consumo annuale di 40mila barili di petrolio.

All’inizio, l’impianto fornirà il 50% della domanda di energia elettrica dell’isola, per arrivare poi al 100% nei mesi successivi.

L’isola continuerà tuttavia a mantenere la sua centrale a gasolio come fonte di riserva.

L’isola è stata citata come progetto pionieristico per IRENA, l’organizzazione internazionale per le energie rinnovabili. L’impianto eolico di El Hierro ha inoltre suscitato l’interesse di altre isole che cercheranno di seguire il suo esempio.

Il progetto che sarà realizzato in questa piccola isola è decisamente in controtendenza con ciò che accadeva appena un anno fa, quando si palesava la possibilità di impiegare l’esercito per sostenere l’attività della compagnia energetica Repsol, autorizzata dall’allora Governo spagnolo a intraprendere attività di ricerca idrocarburi al largo delle Isole Canarie.

L’attività avrebbe dovuto riguardare soprattutto le isole bagnate dall’Atlantico, come la ventosa Fuerteventura, la vulcanica Lanzarote, La Palma, La Gomera e Hierro.

Allora ci fu una grossa mobilitazione dei cittadini evitare che delle decisioni prese esclusivamente a vantaggio delle multinazionali del petrolio e del denaro andassero a discapito di un patrimonio naturale tanto ricco, quanto lo è quello presente nell’arcipelago spagnolo.

(Foto: Julen Iturbe-Ormaetxe)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here