Home Energia Comune di Tula non paga l’IMU grazie al parco eolico

Comune di Tula non paga l’IMU grazie al parco eolico

317
0
CONDIVIDI

In questi giorni prendono il via le varie discussioni sulle rate dell’IMU, la vecchia “cara” ICI” introdotta dal decreto salva-Italia per fronteggiare la crisi economica. Nel comune di Tula, vicino a Sassari, questo problema non sussiste e l’IMU sulla prima casa non si pagherà!! Tula è un piccolo paese del Nord della Sardegna, 1.600 abitanti, che si affaccia sul Lago Codhinas, nei pressi del parco eolico Sa Turrina Manna, tradotto la Torretta Grande, dove il sindaco con un’ordinanza comunale ha formalizzato l’esenzione totale dell’ IMU sulla prima casa.

Un comune che è in pareggio di bilancio, grazie alle straordinarie entrate dovute alla presenza del parco eolico, e proprio grazie a questo il comune può permettersi di rinunciare all’entrata di circa 50 mila euro che sarebbe avvenuta grazie all’IMU, e può inoltre permettersi di non aumentare la tassa sui rifiuti per il sesto anno consecutivo.

Chiediamo al sindaco, Andrea Becca,  come è possibile non pagare l’IMU, che iter legislativo ha percorso: “Sulla base delle norme certe fino ad ora del Parlamento, che consentono di modulare le aliquote e le detrazioni sull’Imu, abbiamo deciso di neutralizzare questa imposta, abbiamo ridotto l’aliquota dal 4 al 2 per mille e contemporaneamente aumentato la detrazione sull’Imu da 200 a 400 euro da aggiungere alle detrazioni per i figli a carico per 50 euro per ciascun figlio. In questo modo, dopo aver fatto i calcoli sulle nuove rendite catastali delle case del comune, in virtù dell’aumento del 60% previsto dalla misura, abbiamo neutralizzato l’imposta. Portandola al valore 0. Non ci sarà nessuna tranche da versare per l’Imu sulla prima casa. Quanto alla seconda casa non è stato possibile intervenire dato che la norma non prevede questa facoltà da parte dei Comuni prevedendo la compartecipazione dello Stato.”

Siamo convinti che l’esempio di Tula debba far riflettere tutti noi su un fatto che non è mettendo nuove tasse che si risolvono i problemi del paese e che le energie rinnovabili sono al centro del futuro dell’Italia.

 

 

Agnese Tondelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here