Home Sostenibilità Carpooling aziendale: è boom tra i dipendenti italiani. Salvati 11mila alberi

Carpooling aziendale: è boom tra i dipendenti italiani. Salvati 11mila alberi

909
0
CONDIVIDI
carpooling aziendale

È boom anche nel nostro Paese per il Carpooling aziendale, la messa in condivisione dell’automobile con i propri colleghi. La crescita nell’ultimo anno è stata a 3 cifre. Ecco tutti i vantaggi economici e ambientali

Carpooling aziendale : è boom in Italia. In un anno, i lavoratori che scelgono di andare al lavoro condividendo l’automobile con i colleghi sono cresciuti del 199%. È la fotografia scattata dal Rapporto Carpooling Aziendale 2017, elaborato da Jojob.

Scopriamo insieme di cosa si tratta e tutti i vantaggi in termini economici e ambientali.

Carpooling aziendale: viaggi condivisi per risparmiare e salvare l’ambiente

Per carpooling si intende l’uso condiviso di automobili private tra un gruppo di persone. In genere, le motivazioni che spingono a viaggiare in compagnia sono soprattutto economiche. Eppure, questa pratica ha effetti positivi non solo per la tasca degli automobilisti, ma anche per l’ambiente, visto che riduce la congestione stradale e la quota di emissioni prodotte.

Il carpooling aziendale, di conseguenza, è l’abitudine di condividere il viaggio in auto per andare al lavoro. Una tendenza che solo nell’ultimo anno ha avuto una crescita a dir poco esponenziale.

I lavoratori che hanno optato per questa soluzione, infatti, sono passati nell’ultimo anno da 20mila a 59.738. I dati provengono dall’ultimo rapporto elaborato da Jojob. Jojob è l’operatore di settore che tramite piattaforma web e app permette ai dipendenti della sua azienda, e di aziende limitrofe, di certificare la condivisione dell’auto nel tragitto casa-lavoro.

Carpooling aziendale: la fotografia italiana

I viaggi condivisi hanno permesso di risparmiare 1.714.120 km percorsi e di evitare di emettere in atmosfera 222.845 kg di CO2, un quantitativo paragonabile a un bosco di 11.148 alberi, più del doppio rispetto allo scorso anno (+111%).

Come dicevamo, in Italia sono oltre 140mila i lavoratori che decidono di condividere il tragitto casa-lavoro con i propri colleghi. Lo fanno per risparmiare, certamente, ma anche per ridurre lo stress e rendere il viaggio più piacevole.

Chi si affida a questo tipo di mobilità sostenibile sono soprattutto uomini (58,8%) che hanno in media 35 anni. Le donne (41,2%) sono più giovani: hanno in media 30 anni. La stessa auto accoglie mediamente 2,31 persone, percorrendo una tratta di circa 27,7 km a viaggio.

È un servizio che viene sfruttato soprattutto al Nord (50%). La regione più virtuosa è la Lombardia, seguita da Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Nel Centro, sono il 35% le aziende che promuovono il servizio di Carpooling. In prima fila Toscana e Lazio. Migliora la situazione di Sud e Isole che salgono al 15% nel 2017, registrando un +5% rispetto all’anno precedente.

I vantaggi

Scegliere il carpooling aziendale ha naturalmente i suoi vantaggi economici. Stando a quanto affermato da Jojob, nel 2017 il risparmio totale sui trasporti è stato di 339.383 euro. I soli passeggeri risparmiano su base annua 257.118 euro. Gli autisti 82.265 euro. Un risparmio, per questi ultimi, che si traduce in 6,28 euro al giorno circa.

Come abbiamo avuto già modo di vedere, i vantaggi sono vari: risparmio di carburante, di olio, pneumatici, pedaggi, ottimizzazione delle risorse e, infine, miglioramento dei rapporti sociali. Non male!

Le aziende più virtuose

Nel 2017, l’azienda più virtuosa è stata Bulgari. I suoi dipendenti hanno risparmiato 22.557 viaggi, che si traducono in 43.574 kg di CO2, equivalenti a 2.179 alberi. Tra le migliori anche Philip Morris (8.676 viaggi e 15.119 kg di CO2 risparmiata) e Ducati (3.164 viaggi e 5.724 kg di CO2 risparmiata).




Ma il carpooling aziendale è una tendenza ormai in crescita, come spiega Gerard Albertengo, ceo & founder di Jojob:

«I numeri del 2017 sono estremamente positivi e segnalano una sempre maggiore attenzione da parte di aziende e dipendenti nei confronti non solo dell’ambiente, ma anche del risparmio economico e del benessere generale».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.