Home Animali Campagna shock contro la vivisezione

Campagna shock contro la vivisezione

472
0
CONDIVIDI

Dieci ore in vetrina a subire quello che gli animali subiscono in laboratorio tutti i giorni: un’azione d’effetto quella che si è tenuta nella vetrina del negozio Lush in Regent Street, a Londra.

Un`artista inglese di nome Jaqueline Trade, si è sottomessa per dieci ore ad alcuni dei principali esperimenti compiuti sugli animali nei laboratori di tutto il mondo. Tutto questo dietro ad una vetrina in una delle strade più famose di Londra.

La 24enne si è sottoposta a una serie di esperimenti di routine, la bocca aperta da un divaricatore ha inghiottito ogni sorta di sostanze, si è fatta spalmare prototipi di creme sul viso e ha subito le scosse di elettrodi, il tutto sotto gli occhi attoniti della folla impegnata nello shopping.

Colliri urticanti e capelli rasati dal vivo, una scena alla Arancia Meccanica che fa parte di una campagna internazionale contro la vivisezione di Humane Society.

“Spero di aver piantato il seme di una nuova consapevolezza nelle persone perché inizino a pensare a cosa comprano e cosa succede quanto queste cose vengono prodotte”

ha dichiarato la ragazza al Daily Mail.
Un tentativo per far capire alla gente quello che sono costretti a subire migliaia di animali ogni giorno, per testare quasi tutti i prodotti di consumo. Jaqueline si è messa nei loro panni facendo vedere le brutalità della sperimentazione animale, l`unica differenza che alla fine di tutto lei è potuta tornare a casa, al contrario gli animali vengono semplicemente uccisi.

Queste torture sono condotte a individui che come noi hanno la capacità di sentire ed il naturale diritto di vivere liberi, lontano da queste imposizioni.

I test di cosmetici sugli animali nell’Unione Europea sono stati aboliti tre anni fa, ma in Gran Bretagna è ancora possibile vendere prodotti così testati che arrivano da altre parti del mondo, come USA, Canada e Cina (dove questo tipo di test è richiesto dalla legge).

 

Gino Favola

Fonte “liquida”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here